domenica, 01 maggio 2016 - Direttore: Antonio Gigliotti

Rivista

News

7 febbraio 2014

Acconciatori ed estetisti. Affitto di poltrona e cabina

Fiscal News N. 42-2014

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato una circolare con la quale chiarisce la questione del contratto di “affitto di poltrona” e “di cabina” per le attività di acconciatore ed estetista. Parrucchieri ed estetisti potranno, affittare ad altri professionisti gli spazi interni dei loro negozi. Il Ministero ha, infatti, chiarito la questione del contratto di “affitto di poltrona” e “di cabina” per le attività di acconciatore ed estetista. In base alla normativa nazionale l’ipotesi di "affitto di poltrona" o "affitto di cabina" è possibile tra imprese, mediante uno specifico contratto, in base al quale un titolare di salone di acconciatura o di centro estetico concede in uso una parte dell’immobile e delle attrezzature, dietro pagamento di un determinato corrispettivo. Per quanto riguarda l'attività di acconciatore, poi, la legge ammette anche la possibilità di prestazione dell'attività da parte di soggetti non imprenditori, purché possiedano i requisiti professionali. Quindi gli esercenti di attività di acconciatore o di estetista possono adesso consentire l'utilizzo dei propri spazi sia ad acconciatori, sia ad estetisti. L'unica condizione posta dalla normativa nazionale, è che si sia in possesso dei titoli che abilitano all'esercizio della professione.
Categorie: Imprese > Varie
  • Acconciatori ed estetisti. Affitto di poltrona e cabina (83 kB)
Acconciatori ed estetisti. Affitto di poltrona e cabina - Fiscal News N. 42-2014€ 5,00

(prezzi IVA esclusa)