venerdì, 26 agosto 2016 - Direttore: Antonio Gigliotti

Rivista

Giustizia & Sentenze

20 settembre 2012

TARSU. Condono illegittimo

Giustizia & Sentenze N. 45-2012

Il Consiglio Comunale di Lecce con la deliberazione n. 56 del 1° agosto 2012 ha approvato il regolamento per la definizione agevolata della TARSU riferita esclusivamente agli anni dal 2006 al 2011. Tuttavia, prima di tale delibera, la Corte Suprema di Cassazione - Sezione Tributaria Civile - con l’importante sentenza n. 12679 del 30-05-2012, depositata in cancelleria il 20-07-2012, ha stabilito il principio che il potere dei Comuni di deliberare condoni sui tributi propri non è esercitabile senza ben precisi limiti temporali, cioè per obblighi tributari, fino alla data del 31-12-2002 e non oltre. La Cassazione ha osservato che l’art. 13 della Legge 289/2002, con riferimento ai tributi propri dei Comuni, consente la definizione in via amministrativa alla concomitante presenza di due specifici presupposti legislativi: a) che si tratti di obblighi tributari precedenti l’entrata in vigore della Legge n. 289/2002 (cioè 31-12-2002); b) che, alla data di entrata in vigore della predetta legge, la procedura di accertamento o i procedimenti contenziosi in sede giurisdizionale fossero già stati instaurati.
Categorie: Imposte locali > Tosap - Cosap - Tarsu
  • TARSU. Condono illegittimo (86 kB)
TARSU. Condono illegittimo - Giustizia & Sentenze N. 45-2012€ 5,00

(prezzi IVA esclusa)