Non solo Fiscal

7 novembre 2016

Manovra fiscale di fine anno, l'Apocalypse Now dei commercialisti

La semplificazione del fisco italiano sembra un'Apocalypse Now dei commercialisti, un film interminabile che continua ad essere riscritto con cambi di finale sempre più paradossali e incerti ma che, e questo invece è certo, spaventano e preoccupano una categoria già tormentata materialmente e moralmente, quella dei commercialisti e degli esperti contabili. Interviene Antonio Gigliotti, direttore di Fiscal di Focus e Amedeo Sacrestano, presidente dell'Associazione Nazionale dei Dottori Commercialisti (ANDoC)
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.

luca Pigozzi07/11/2016

CERTO SCIOPERO!!!!!

07/11/2016

ESSERE CITTADINI VUOL DIRE AVERE POCHE NORME E CHIARE IN MODO CHE TUTTI LE POSSANO SEGUIRE E CHI NON LE SEGUE POSSA ESSERE GIUSTAMENTE COLPITO; ESSERE SUDDITI VUOL DIRE AVERE TANTISSIME REGOLE IN MODO CHE NESSUNO POSSA SAPERE CON CHIAREZZA QUELLO CHE DEVE FARE E QUINDI SIA SEMPRE SOGGETTO A INTERPRETAZIONI E A POSSIBILITA' DI ESSERE COLPITO COMUNQUE SIA: IN ITALIA SIAMO SUDDITI SEMPRE DI PIU'

07/11/2016

Vorrei capire l'utilità di questi nuovi adempimenti e perché viene sprecata tanta risorsa umana eccellente, mi riferisco ovviamente alla categoria dei professionisti dell'area economica, per conseguire probabilmente scarsi risultati produttivi.