L'esperto risponde

15 dicembre 2018
Categorie: Iva > E-Fattura

Delega e-fattura. Invio massivo senza autentica di firma

Autore: Andrea Amantea
esperto - dubbio - domanda - quesito
Domanda - Si chiede conferma del fatto che, in materia fatturazione elettronica e di deleghe per l’utilizzo dei servizi dell’Agenzia delle Entrate, laddove si ricorra all’invio massivo, il modello cartaceo di delega, non vedrà compilata la parte relativa all’autentica di firma.

Risposta - Il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate datato 5 novembre 2018 ha ridefinito le modalità di conferimento/revoca delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di Fatturazione elettronica resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate tramite il portale fatture e corrispettivi.

Detto ciò venendo all’invio massivo citato nel quesito, al fine di snellire e dunque rendere più agevole il processo di assegnazione delle deleghe all’intermediario nonché la successiva comunicazione all’Agenzia delle Entrate è stato reso disponibile un servizio che consente agli intermediari di inviare, sia con modalità massiva che puntuale (vedi punto 4.2 e 4.5 del Provvedimento del 5 novembre scorso), una comunicazione telematica contenente i dati essenziali delle deleghe che siano state conferite loro, ai fini dell’attivazione automatica delle deleghe stesse, previa verifica degli elementi di riscontro riportati nella dichiarazione Iva dell’anno precedente a quello di conferimento della delega (importo corrispondente al volume d’affari) che l’intermediario deve indicare a garanzia dell’effettivo conferimento della delega da parte del contribuente.

Optando per la modalità massiva la suddetta comunicazione all’Agenzia delle Entrate conterrà i dati di più deleghe conferite; al contrario la modalità “puntuale” consente di attivare singolarmente ogni delega ricevuta.

In mancanza degli elementi di riscontro, i soggetti ai quali è stata conferita procura speciale per la presentazione del modulo presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate e che possono autenticare la sottoscrizione della delega ai sensi dell’articolo 63 del Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 possono inviare tramite PEC all’indirizzo delegafatturazioneelettronica@pec.agenziaentrate.it, senza dunque recarsi necessariamente presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate, un file contenente gli elementi essenziali delle deleghe conferite (vedi punto 4.8 Provvedimento del 5 novembre-dati procuratore/delegato), nonché la copia delle deleghe cartacee che gli stessi sono tenuti ad acquisire preventivamente, debitamente compilate e sottoscritte e a conservarle, in originale, al fine di consentire gli opportuni controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Fatta tale premessa, nelle F.A.Q. rese disponibili di recente l’Agenzia delle Entrate ha avuto modo di chiarire che, nel modello cartaceo di delega all’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica dell’Agenzia delle Entrate, la parte relativa all’autentica della firma va compilata solo in caso di conferimento di procura per la consegna delle deleghe in ufficio, e quindi anche in caso di invio dei moduli tramite PEC (modalità di cui punto 4.8 del Provvedimento sopra citato).

In sostanza l’invio massivo delle deleghe non richiede, nel modello cartaceo di delega, la compilazione della parte relativa all’autentica di firma.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata