L'esperto risponde

11 ottobre 2018
Categorie: Iva > E-Fattura

E-fattura: emissione con regole ordinarie anche per il forfettario

Autore: Andrea Amantea
professionista lavoro esperto
Domanda - Si chiede di sapere se un contribuente operante in regime forfettario può comunque procedere all’emissione della fattura elettronica; in caso affermativo quali sono le disposizioni operative di riferimento per tale categoria di contribuenti?

Risposta - L’obbligo di emissione della fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2019, salvo quanto previsto per le cessioni a monte della filiera carburante per le quali la F.E. è obbligatoria dal 1° luglio scorso, ha ad oggetto sia le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti iva residenti o stabiliti nel territorio dello Stato (operazioni B2B, cioè Business to Business), sia le cessioni/prestazioni effettuate da un soggetto Iva verso un consumatore finale (operazioni B2C, cioè Business to Consumer).

Le regole per predisporre, trasmettere, ricevere e conservare le fatture elettroniche sono state definite con il provvedimento dell’Agenzia delle entrate n. 89757 del 30 aprile 2018 pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate; ulteriori chiarimenti sono stati forniti con le Circolari n°8 e n°13 /2018.

Le disposizioni di cui alla Legge di bilancio 2018, che ha introdotto la F.E. obbligatoria, prevedono espressamente che sono esonerati dall’emissione della fattura elettronica solo gli operatori (imprese e lavoratori autonomi) che operano nel “regime di vantaggio” (di cui all'art. 27, commi 1 e 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111) e quelli che rientrano nel “regime forfettario” (di cui all'art. 1, commi da 54 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 e ss.mm.ii).

Detto ciò, per rispondere al suo quesito è necessario andare a riprendere quanto chiarito dall’Agenzia delle entrate nella guida sulla fatturazione elettronica pubblicata in data 27 settembre come da apposito comunicato stampa.

In tale sede è stato messo in evidenza come “gli operatori in regime di vantaggio o forfettario possono comunque emettere fatture elettroniche seguendo le disposizioni del provvedimento del 30 aprile 2018. A tali categorie di operatori si possono aggiungere i “piccoli produttori agricoli” (di cui all’art. 34, comma 6, del D.PR. n. 633/1972), i quali erano esonerati per legge dall’emissione di fatture anche prima dell’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica”.

Dunque, anche i contribuenti in regime forfettario possono ricorrere all’emissione della fattura in formato elettronico secondo le regole stabilite dal provvedimento dell’Agenzia delle entrate del 30 aprile scorso.

Valida altresì per i contribuenti forfettari la possibilità di delegare soggetti terzi per lo svolgimento della attività connesse alla fatturazione elettronica, quale ad esempio la sua predisposizione e il successivo invio; attività da ultimo citate delegabili anche a soggetti diversi dagli intermediari di cui all’art.3 del D.P.R. 322/98 quali ad esempio le società di servizi (vedi a tal proposito il provvedimento n°117689 del 13 giugno 2018).
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata