L'esperto risponde

11 gennaio 2019

La notifica irregolare si contesta con la querela di falso

Si illustra, di seguito, un caso pratico esaminato nell'articolo Validi i documenti esibiti all'ufficio prima di presentare il ricorso

Domanda - Nel mese di luglio del 2016, l’agenzia delle Entrate, a mezzo raccomandata, ha chiesto l’esibizione dei documenti contabili per l’anno 2011. Per qualche disguido, però, la raccomandata non mi è stata consegnata. Nel mese di dicembre del 2016, l’ufficio ha poi emesso un accertamento induttivo, con richiesta di somme per oltre 100mila euro, senza considerare la documentazione prodotta, a seguito di istanza di accertamento con adesione. Chiedo se è corretto l’operato dell’ufficio, che mi ha costretto a presentare ricorso, pur avendo dimostrato che la raccomandata con la quale l’ufficio aveva chiesto la documentazione non mi è stata mai consegnata.

Risposta -L’operato dell’ufficio è sbagliato per la ragione che non ha preso in considerazione la documentazione esibita in sede amministrativa. Per essere sanzionato con la inutilizzabilità processuale dei documenti prodotti, il contribuente deve avere tenuto un comportamento volto a sottrarsi alla prova in sede amministrativa, facendo per tale ragione dubitare della genuinità dei documenti comparsi solo in corso di causa.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata