L'esperto risponde

13 marzo 2019
Categorie: Contratti > Locazione

Risoluzione del contratto e nuova locazione con immobile diverso

Riportiamo di seguito un caso pratico sul tema trattato nell'articolo Cedolare secca per i negozi: la risoluzione del precedente contratto e la stipula di un nuovo rapporto

Autore: Nicola Forte
Domanda - Sono proprietario di un negozio concesso in locazione con un contatto in corso al 15 ottobre 2018. Unitamente al negozio lo stesso contratto prevedeva anche la locazione di due pertinenze, ed in particolare di due aree di parcheggio che utilizzano i clienti. Il 20 novembre scorso ho risolto il contratto stipulandone uno nuovo il 2 gennaio successivo. Il conduttore è lo stesso, come pure il negozio, ma il contratto di locazione non comprende le due pertinenze. Secondo me si tratta di un immobile complessivamente diverso non comprendendo le pertinenze e quindi posso applicare la cedolare secca. È corretta la mia interpretazione?

Risposta - La soluzione non è corretta e la cedolare secca non può essere applicata. Ciò in quanto il contratto di locazione ha per oggetto sostanzialmente lo stesso immobile precedentemente concesso in locazione, il cui rapporto è stato risolto in anticipo rispetto alla scadenza naturale. La circostanza che il secondo contratto non comprenda le due pertinenze precedentemente concesse in locazione, non è sufficiente per considerare l’immobile diverso. Pertanto la clausola antielusiva dovrà essere applicata.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata