L'esperto risponde

7 novembre 2018
Categorie: Iva > E-Fattura  –  Regimi speciali > Regime Forfettario

Soggetti esonerati: una sola e-fattura non obbliga all’emissione delle successive

Autore: Pasquale Pirone
esperto - dubbio - domanda - quesito
Domanda – Riguardo l’esonero dall’obbligo di emissione della fatturazione elettronica da parte dei soggetti che operano in regime forfettario, si chiede di sapere se, nel caso, in cui il contribuente decida di emettere, comunque, una fattura in formato elettronico, sarò poi obbligato ad emettere anche tutte le altre nello stesso formato. Il contribuente può, ad esempio, fatturare un’operazione in formato digitale ed un’altra operazione in formato cartaceo?

Risposta – Secondo le attuali disposizioni normative, esonerati dall’obbligo di emissione della fattura elettronica sono e saranno i soggetti che operano in regime forfettario, in regime di vantaggio e i piccoli agricoltori di cui di cui all’art. 34, comma 6, del Dpr n. 633/1972. L’esonero non opera qualora si tratti di operazioni compiute verso la Pubblica Amministrazione. Con riferimento a quest’ultima affermazione, infatti, come già detto in altre uscite del nostro quotidiano, nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018, è affermato che “per le fatture elettroniche emesse nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni restano valide le disposizioni e le regole tecniche di cui al Decreto Ministeriale 3 aprile 2013, n. 55” e tale decreto interministeriale, a differenza di quanto fa la Legge di Bilancio 2018, non esclude i menzionati soggetti dall’obbligo di emissione della fattura elettronica per le operazioni che il contribuente compie verso la pubblica amministrazione.

Venendo al suo quesito, il fatto che chi agisce in regime forfettario è e sarà esonerato dall’emissione della fattura in formato elettronico, non significa che questi non possa emetterla in tale formato. In altre parole, per i citati contribuenti l’emissione della fattura elettronica è e sarà una facoltà e non un obbligo e nessun documento di prassi né la normativa di riferimento prevedono che l’emissione di una sola fattura in formato digitale obblighi il contribuente ad emettere fatture elettroniche per tutte le altre operazioni che verranno compiute. Quindi, il contribuente potrà fatturare in modalità elettronica, ad esempio, l’operazione di vendita di beni ad un cliente e fatturare in modalità cartacea altra operazione verso altro cliente. Stessa cosa dicasi nel caso di più operazioni fatte verso lo stesso cliente. Si rammenta sempre che, i soggetti menzionati, sono esonerati dall’emissione ma non dalla ricezione della fattura elettronica.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata