Registrati ora
Abbonamenti

Cultura e Tempo Libero

21 settembre 2019

Su e giù per l’Italia

Eventi del mese - week end 20-22 settembre

roma viaggi eventi italia
San Vito Lo Capo
Dal 20 al 29 settembre 2019 San Vito Lo Capo ospita il COUS COUS FEST, una manifestazione tutta dedicata al piatto povero per eccellenza.
L’evento, giunto ormai alla 22° edizione, è un appuntamento classico dell'agenda locale, una kermesse gastronomica che prevede degustazioni, gare gastronomiche, chef stellati impegnati nei tanti cooking show, lezioni di cucina per tutti, e ogni sera uno spettacolo musicale gratuito in Piazza Santuario o in spiaggia.
A rendere davvero speciale questa manifestazione sono proprio loro, i grandi chef, che arrivano in questo angolo di Sicilia occidentale da ogni parte del mondo per cucinare il cous cous in molti modi diversi; un confronto gastronomico che è anche uno scambio culturale perché il Cous Cous Fest è il Festival internazionale dell’integrazione culturale.
Make cous cous, not walls: tra gli scopi del festival c'è quello di stimolare un confronto multiculturale e una conoscenza reciproca tra i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, anche se spesso lo scambio si allarga anche a paesi più lontani. In questo senso, il cous cous è un espediente come piatto ricco di storia e simbolo di pace e unione tra le culture.
L’evento si sviluppa come gara gastronomica nella quale si affrontano diversi paesi, tra cui
l'Italia. Ci sarà spazio anche per lo svolgimento di cooking show condotti da cuochi di fama
internazionale e ospiti di vario genere, ma anche tanti incontri culturali e approfondimenti.
Il Campionato italiano Bia CousCous si tiene nel primo fine settimana dell'evento, dove cuochi provenienti da tutta Italia si danno battaglia nella preparazione di ricette a base di cous cous, per poi essere giudicati sia da esperti del settore che dai visitatori del festival.
Per il resto, gli amanti di questo semplice e nutriente piatto possono trovare e assaggiare tante ricette presso le Case del cous cous, i punti di degustazione dislocati nel paese e presso la spiaggia, da molti considerata a ragione una delle più belle della Sicilia.
Il calendario prevede anche tanti concerti e spettacoli, laboratori di cucina e gare dedicate a giovani chef emergenti.
Durante i giorni della manifestazione le vie della città saranno animate anche dall’expo village, un mercato dedicato all'artigianato e ai sapori non solo locali.

Cous Cous Fest - San Vito Lo Capo (Trapani).
dal 20 al 29 settembre 2019.
Orari e programma: tutti i giorni dalle 12 alle 24 degustazioni presso le Case del Cous Cous (con ticket); tutti i giorni dalle 12 alle 24 Expo Village in via Savoia, via Regina Margherita e lungomare. Cooking show, incontri e altri appuntamenti dal mattino alla sera.

Spettacoli: 20 settembre concerto di Noemi (ore 22, Palco Spiaggia); 21 settembre concerto di Boomdabash (ore 22, Palco Spiaggia); 22 settembre spettacolo di cabaret di Sergio Vespertino (ore 20:30, Bia Theatre - Piazza Santuario); 23 settembre Sole Luna Doc Film Festival (ore 22, Bia Theatre - Piazza Santuario); 24 settembre Sole Luna Doc Film Festival (ore 22:30, Bia Theatre - Piazza Santuario); 25 settembre Sole Luna Doc Film Festival (ore 22:30, Bia Theatre - Piazza Santuario); 26 settembre concerto di Issam Kamal (ore 22, Palco Spiaggia); 27 settembre concerto di Mahmood (ore 22, Palco Spiaggia); 28 settembre serata "Oltre i muri" Con dj Ringo, Giuseppe Scarpato Power Trio, Gino Strada e Filippo La Mantia (ore 22, Bia Theatre - Piazza Santuario); 29 settembre cooking show "Ricette & Risate" con Sasà Selvaggio (ore 20, Bia Theatre – Piazza Santuario).
Maggiori informazioni e programma completo sulla pagina ufficiale del festival.


Bibione
Dal 20 al 22 settembre torna sulla riviera adriatica il BIBIONE BEACH FITNESS, la più grande convention italiana di fitness open air: sulla lunga distesa di sabbia della celebre località veneta, si alternano ben quindici palchi animati da 80 presentatori e oltre 150 istruttori italiani che faranno cimentare tutti i patiti di movimento, nelle discipline più in voga e disparate.
Due le modalità di ingresso previste: i più instancabili possono scegliere l’accesso durante tutto il weekend, mentre per un assaggio mordi e fuggi del mondo fitness, c’è il biglietto giornaliero.
Sul palco Dance & Fun si alternano vere star della zumba come Alessandro Belletti, presenter unici come Alejandro Angulo con la sua Salsation, i creatori del format di successo Reejam, Marilena Rubini Volante con il suo strong by zumba e Lorenzo Sommo con il training r-evolution, oltre alle le scuole di formazione di fitness musicale di Gil Lopes.
Al Body&Mind e alle discipline legate al benessere psico-fisico, sono riservati ben due palchi con due novità assolute: il Bodyfly di Gennaro Setola e l’animal flow di Chiara Bertozzi.
Ma anche chi è in cerca delle ultime novità in tema di format, non resterà certo deluso, tra
balla&brucia, latin cross, Boiaka, Macumba, dance mob, realball, fitmoving fintness e supafresh dance; e ancora world jumping, freestyler e per la prima volta qui il Kangoojump.
Ci sarà ampio spazio anche per le arti marziali e la boxe, sempre rigorosamente in chiave fitness, con la Fit combat di Marianna Perruno e Sergio Gallotta e al Fit boxing di Gerlando Castelli; performance in piscina, il walkerexercise di di Nazzareno Marongiu e le riders del Group Ciclyng.
Interessante novità di quest’anno la proposta di walking dinamico di street workout a cura di Lorenzo Maresca e Lorenzo Gallone. Ai balli caraibici sono infine destinati due palchi con ospiti e star internazionali.
Tantissime soprese anche per l’animazione di Radio Deejay, i tradizionali beach party e le feste sulla spiaggia.
E per i più piccoli Bibione Beach fitness offre accesso gratuito alle lezioni per i ragazzi dai 12 ai 17 anni accompagnati dai genitori miniclub per i bambini dai 6 ai 12 anni.

Bibione Beach Fitness - Bibione (Venezia)
dal 20 al 22 settembre 2019
Orari: sul sito ufficiale è presente il programma completo di orario dei corsi
Biglietto: intero weekend da 90 a 120 euro, giornaliero da 35 a 70 euro


Gorgonzola
Si trova alle porte di Milano la città che, secondo le fonti più accreditate, ha dato i natali al Gorgonzola, uno dei formaggi più amati tra le nostre produzioni agroalimentari.
La contesa è, in verità, ardua perché a rivendicarne la paternità ci sarebbero diverse zone della Lombardia, ma certo è che proprio a Gorgonzola, dal 20 al 22 settembre 2019, si tiene la SAGRA NAZIONALE DEL GORGONZOLA.
Giunta alla sua XXI edizione, la manifestazione è una vera e propria celebrazione di questo “formaggio verde”, con menù a tema presso l'Osteria della Pro Loco di Gorgonzola, bancarelle e stand nel centro storico, convegni, mostre, laboratori didattici, musica e spettacoli.
Con l’acquisto della GorgoCard - al costo di 10 € - si possono gustare due primi piatti a scelta tra i sette proposti dalla Pro Loco, comprare presso i punti indicati nel programma il famoso formaggio a un prezzo speciale e replicare a casa i piatti della sagra, perchè con i possessori della card l'organizzazione condivide le ricette.
La GorgoCard è disponibile presso gli info point allestiti ai due principali ingressi della sagra: via Kennedy e Piazza Italia.
Nato per alcuni nell’anno 879 d.C., talmente unico da fregiarsi della Dop, il gorgonzola non è un formaggio semplice: a pasta cruda di colore bianco con venature verdi dovute alla formazione di muffe, conquista i palati nelle sue due varianti: tipo dolce, leggermente piccante, o dal sapore più deciso il tipo piccante. Il gorgonzola è amatissimo anche per le sue presunte proprietà benefiche: era convinzione diffusa che gli amanti del gorgonzola fossero più longevi.

Sagra Nazionale del Gorgonzola - Gorgonzola (Milano).
dal 20 al 22 settembre 2019.
ingresso gratuito


Castelfidardo
In tanti l’hanno paragonato a Sanremo per prestigio ed eleganza, ma il PIF – PREMIO INTERNAZIONALE DELLA FISARMONICA è di scena a Castelfidardo, cittadina delle Marche assurta nei decenni a capitale della musica classica e popolare per merito dello strumento più amato dagli abitanti del paese, la fisarmonica.
La 44° edizione di questo festival si tiene dal 18 al 22 settembre 2019, dislocandosi in varie location sparse per la città, tra cui l’Auditorium San Francesco, il Teatro Astra, Piazza della Repubblica e la Casa della Musica.
La manifestazione è anche un reiterato omaggio al pioniere delle fisarmoniche, l’illustre e compianto cittadino di Castelfidardo Paolo Soprani, che iniziò a costruire queste meraviglie musicali nel 1863 fondando l’azienda produttrice recante il suo nome.
Il PIF è un’occasione unica per ascoltare le melodie dello “strumento che da solo fa l’orchestra”, un viaggio esperienziale che si sviluppa tra audizioni, seminari e concerti.
Ogni giorno si susseguono giovani talenti, esperti virtuosi e maestranze impegnati a dispensare arte, abilità spontanea e cultura fra AperiPIF (aperitivi con cocktail e prodotti tipici della gastronomia marchigiana), stage, workshop e masterclass. E, ancora, artisti di strada, gli stand culinari e tanti spettacoli collaterali.

PIF – Premio Internazionale della Fisarmonica, Castelfidardo (Ancona).
dal 18 al 22 settembre 2019.
ingresso gratuito


Frascati
Dal 20 al 22 settembre 2019 si svolge a Frascati la FIERA DEI SAPORI 2019, un grande evento enogastronomico dove degustare ed amare vini e prodotti tipici dei Castelli Romani.
Ben otto aree tematiche di degustazione, dove ognuno potrà dare libero spazio alla sua voglia di cose buone: ci sarà l'area dedicata ai primi piatti della tradizione laziale, passando per i migliori secondi piatti dei Castelli Romani. Spazio anche per una sezione dedicata ai fritti, un'altra alla norcineria, una dedicata ai dolci tipici, e ovviamente un'area per il Vino dei Castelli, quella delle birre artigianali ed un'area dedicata alle proposte vegetariane.
Si potrà accedere alle aree degustazioni acquistando i gettoni dal valore unitario di 1 euro: i prezzi di ciascun assaggio saranno indicati presso le singole aree di degustazione.
Quest’anno la Fiera ospita anche una novità importante: il Mercato della Terra, curato dal presidio Slow Food Frascati e Terre Tuscolane.
Sarà un'occasione unica per conoscere la realtà produttiva del territorio, che ogni giorno lavora per portare sulle tavole dei consumatori prodotti ispirati ai principi della filiera corta e del chilometro 0.
Altra grande novità di Fiera dei Sapori saranno gli appuntamenti tematici e le esperienze, dove immergersi in un mondo di scoperte a 360 gradi. Si inizierà con gli showcooking a cura dei migliori chef del territorio, che sveleranno trucchi e segreti delle loro cucine, passando per le Winelounge dove approfondire la conoscenza del vino. Spazio anche ai laboratori sui prodotti del territorio e le immancabili visite guidate tra i monumenti e le bellezze naturali della cittadina alle porte di Roma.
Tanti gli ospiti che prenderanno parte a Fiera dei Sapori 2019, a cominciare dal gradito ritorno dello Chef Fabio Campoli che terrà una lezione di base su un ingrediente tipico della cucina di zona: le patate.
Gli showcooking e le attività tematiche saranno presentati da tre nomi molto conosciuti dagli amanti della cucina: il Conte Giuseppe Garozzo (già protagonista di Masterchef Italia), la food writer Sara De Bellis e il giornalista Gabriele Ziantoni.

Fiera dei Sapori 2019 - centro storico di Frascati
dal 20 al 22 settembre 2019
Orari: venerdì dalle 18 alle 23, sabato dalle 11 alle 23, domenica dalle 11 alle 22
Maggiori info: sito ufficiale e pagina facebook


Genzano
E ancora alle porte di Roma, il 21 e 22 settembre a Genzano, il comune sulle sponde del Lago di Nemi, si celebra la FESTA DEL PANE CASARECCIO che qui si fregia del marchio Igp (il primo in Europa).
L'appuntamento giunge quest’anno alla sua XXXI edizione portando in tavola una tipicità locale preparata con farine di cereali di alta qualità e lievito madre.
La crosta scura e rivestita da un velo di cruschello di frumento racchiude al suo interno una mollica morbida dal sapore sapido; a forma di pagnotta o di filone è una vera bontà, frutto della sapienza di generazioni di fornai.
La manifestazione si arricchisce dell’arte dei maestri infioratori, che per l’occasione si cimentano in rappresentazioni legate al pane. Già apprezzati a giugno per il classico appuntamento dell’Infiorata del Corpus Domini, i maestri si distinguono per la scelta dei materiali che ricade su ingredienti del mondo vegetale, dall’orzo al pinolo tritato, dalle lenticchie arancioni ai fiocchi d’avena. Dalle ore 16 di sabato, via Buozzi si colora per la tradizionale Infiorata di pane, che sarà visibile anche il girono seguente dalle ore 9.
Il ricco programma dell'iniziativa prevede, oltre agli stand di degustazione, anche visite guidate al borgo antico e ai forni storici, mostre, laboratori per bambini e workshop.

Festa del Pane Casareccio - Genzano (Roma).
21-22 settembre 2019.
ingresso libero


Piana di Monte Verna
Conosciuta come città delle lumache, a Piana di Monte Verna di certo non poteva mancare un appuntamento che rendesse onore a questo gustoso mollusco; e così dal 21 al 23 settembre torna puntuale PIAZZE DELLA LUMACA, nell’ambito del VI Convegno Internazionale di Elicicoltura.
Siamo nel casertano, in un comune che da oltre un decennio è impegnato nella valorizzazione della lumaca Helix di allevamento. La manifestazione, giunta ormai alla sua settima edizione, richiama curiosi ed esperti da tutta Italia e dall’estero; protagonista indiscussa, la lumaca raccolta nell’allevamento a ciclo naturale completo Parco Coclè di Piana di Monte Verna, al centro di tante ricette della tradizione e innovative. Si va dagli antipasti di bruschette con lumache alla pizza alle lumache, da quelle servite fritte alla tradizionale zuppa di lumache in rosso.
Il menù proposto negli stand gastronomici è realizzato con ricette di Antonella Morelli (Locanda Scialapopolo di Benevento, Lumaca Chef 2017), dei maestri pizzaioli di Pomodoria Gustarosso (Sarno – Salerno, Lumaca Chef 2019) e con l’aiuto della Brigata di Cucina Coclè di Piana di Monte Verna.
Sono disponibili anche menu con piatti più tradizionali, come la polenta con sugo e parmigiano, peperonata con patate e salsiccia, cavateli fagioli e cotenna e cicorietta saltata.
La manifestazione Piazze della Lumaca è accompagnata da musica dal vivo e propone tantissime altre attività come le mostre della vespa e della Lambretta (domenica 22 settembre), il mercato di Campagna Amica di Coldiretti, stand informativi sull’elicicoltura e mostre di artisti con sculture in legno dedicate alla lumaca.

Piazze della Lumaca - Villa Comunale, Piana di Monte Verna (Caserta)
dal 21 al 23 settembre 2019
ingresso libero
programma sul sito ufficiale della manifestazione


MOSTRE

Napoli
Napoli apre la sua programmazione culturale prevista per l’autunno con una serie di interessanti eventi:

1) La splendida mostra presentata presso la Basilica di Pietrasanta su Andy Warhol, intitolata LA VERA ESSENZA DI WARHOL che accoglierà il pubblico dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020.
Prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia e Eugenio Falcioni la mostra vede la collaborazione dell’Associazione Pietrasanta Polo Culturale Onlus e Art Motors, mentre la curatela è di Matteo Bellenghi, con una selezione importante e ricca di opere in grado di raccontare l'incredibile produzione del grande genio.
Sono più di duecento le opere esposte, , con una stupefacente selezione che vuole essere esaustiva rispetto alla produzione del grande Warhol e capace di trasmettere il pensiero del rivoluzionario che ha stravolto l’idea di arte e di opera d’arte. Un'intera sezione sarà dedicata all’Italia e a Napoli, con la presenza di “Vesuvius” del 1985 e il “Ritratto di Beuys” realizzato nel 1980, in occasione della mostra tenutasi presso la Galleria Amelio.
E’ il mondo Pop che qui incontreremo, dai ritratti alle polaroid, dai disegni alle celebri icone che subito nell’immaginario aprono orizzonti intriganti e rimandi ad una cultura popolare ormai divenuta parte della conoscenza comune. Rivoluzionata ogni precedente cognizione, riferimento o assunto ecco che Warhol mette in discussione il concetto stesso di estetica e irrompe con le sue Campbell’s Soup e il ritratto di Marilyn o con le celebri serigrafie di Mao del 1972.
Informazioni utili, date, orai e prezzi biglietti della mostra

La Vera Essenza di Warhol - Basilica di Pietrasanta-Lapis Museum, Napoli
26 settembre 2019 – 23 febbraio 2020
Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 20
Biglietti: intero 15,50 acquistabile anche online
Maggiori info: sito ufficiale

2) Una straordinaria mostra dedicata a Joan Miró aprirà per il grande pubblico negli spazi del PAN e sarà fruibile dal 25 settembre 2019 al 23 febbraio 2020.
Uno splendido racconto quello curato da Robert Lubar Messeri, “JOAN MIRÓ. IL LINGUAGGIO DEI SEGNI”, che si sviluppa a partire dalla riflessione sull’evoluzione della ricerca di Miró in fatto di stile, realizzato attraverso la sapiente selezione di 80 pezzi tra quadri, disegni, sculture e arazzi, tutti provenienti dalla prestigiosa Collezione dello Stato portoghese, affidata alla Fondazione Serralves di Porto e che fu mostrata per la prima volta nell'ottobre del 2016 a ben 300.000 visitatori, presso il Museo Serralves.
L’esposizione testimonia anni di grande fermento, dove sono evidenti cambiamento ed evoluzione profonda nel percorso del grande maestro, tra i più importanti esponenti del surrealismo, quelli che vanno dal 1924 al 1986, dove protagonisti sono indubbiamente la trasformazione e la ricerca poetica che trovano nell’incredibile produzione artistica una testimonianza affascinante e coinvolgente, di un lavoro libero e capace di sperimentare i supporti e i materiali più diversi.
Sono quelli indagati e raccontati i momenti più preziosi di un’evoluzione che si muove per oltre settant’anni restituendo una produzione intrigante e di grande poetica tra pittura, disegno, collage e tappezzerie, e che rappresenta un momento fondamentale della storia dell’arte rispetto agli sviluppi del XX secolo.

Joan Miró. Il linguaggio dei segni - PAN, Napoli
25 settembre 2019 – 23 febbraio 2020
Orari: da mercoledì al sabato e lunedì 9.30 -19.30, la domenica 9:30 - 14:30, chiuso il martedì
Maggiori info: sito ufficiale

3) Napoli ha inaugurato anche una mostra dedicata a Bud Spencer, nome d'arte di Carlo Pedersoli, e lo ha fatto negli spazi suggestivi di Palazzo Reale, attraverso un’esposizione che diviene viaggio capace di ripercorrere la filmografia, la vita e le passioni del grande attore che ha conquistato intere generazioni.
Dal 13 settembre all’8 dicembre 2019, infatti, il grande pubblico è invitato all’evento che celebra BUD SPENCER a tre anni dalla sua morte, per sigillare proprio l’immortalità di un grande personaggio del mondo del cinema.
La mostra, curata da Umberto Croppi e co-prodotta da Equa e Istituto Luce-Cinecittà, racconta le diverse espressioni e vite di un uomo dai mille interessi, che non si diceva attore, in quanto si sentiva molte cose: è stato campione sportivo e pilota di aerei ed elicotteri, ma anche compositore di musica ed affermato imprenditore, un talentuoso che ha lavorato seriamente in ogni aspetto della sua vita e per le sue passioni.
È la memoria che qui si vuole salvare, il lavoro che ha attraversato la vita dell’uomo che sta dietro all’attore, capace di arrivare al cuore della gente, amato in Italia e all’estero. La mostra ripercorre i set dei più noti film, dal celebre Trinità ad Altrimenti ci arrabbiamo, in coppia con l'inossidabile Terence Hill, fino a Piedone lo sbirro, giusto per fare alcuni esempi.
Tanti i documenti e gli oggetti in mostra che parlano della sua vita personale, con i grandi risultati nel nuoto, e delle passioni che l’hanno caratterizzata, dai caschi da pilota ai copioni dei film, dagli accappatoi da nuotatore al libretto universitario della facoltà di chimica.
Il suo amore per l’Italia e per Napoli viene qui celebrato anche dai racconti della famiglia che ricordano quanto l’attore amasse la cultura partenopea, dal teatro alla musica classica.
Una splendida occasione per avvicinarsi alla vita e al cuore di un celebre artista che ha fatto storia nel mondo del cinema, anche fuori dall'Italia.

Bud Spencer - Palazzo Reale, Napoli
13 settembre – 8 dicembre 2019
Orari: 10-20, chiuso mercoledì
Biglietti: intero euro 10,00
Maggiori info: sito ufficiale

Milano
Negli eleganti spazi di Palazzo Reale, dal 25 settembre sarà fruibile la splendida mostra su Giorgio De Chirico. Dopo una cinquantina circa di anni dalla personale del 1970 ecco che queste preziose sale accolgono nuovamente i capolavori del maestro in occasione di una meravigliosa retrospettiva.
Fino al 19 gennaio 2020 opere provenienti dai più prestigiosi musei internazionali come la Tate Modern di Londra o il Metropolitan Museum di New York, per esempio, ma anche la Peggy Guggenheim Collection di Venezia o il Centre Pompidou e il Musée d’Art Moderne de la Ville di Parigi, accoglieranno i visitatori in un unico percorso espositivo di grande fascino, capace di svelare momenti e passaggi della pittura di Giorgio De Chirico.
La mostra, dal semplice titolo “DE CHIRICO” è curata da Luca Massimo Barbero ed è indubbiamente una mostra ricca ed esaustiva, pensata per condurre il visitatore alla scoperta di una figura complessa come quella del maestro, organizzata attraverso un allestimento che prevede il susseguirsi di otto sale per ben cento opere alternate in modo da creare composizioni e contrasti visivi coinvolgenti e di grande fascino.
Ogni sala è dedicata ad un tema e nel complesso ecco formarsi un universo meraviglioso, in cui ogni area tematica diviene un momento di rivelazione; ecco delinearsi un racconto avvincente di una delle figure più controverse, stimate e criticate, del panorama artistico, responsabile di aver rivoluzionato la pittura visiva del XX secolo.

De Chirico - Palazzo Reale, Milano
25 settembre 2019 – 19 gennaio 2020
Orari: lunedì 14:30 – 19:30; martedì mercoledì venerdì e domenica 09:30 – 19.30; giovedì e sabato 09:30 – 22.30
Biglietti: intero euro 14,00
Maggiori Info: sito ufficiale

Roma
Francis Bacon e Lucian Freud sono i protagonisti del racconto che si terrà a Roma al Chiostro del Bramante dal titolo “BACON, FREUD, LA SCUOLA DI LONDRA” e che attraverso l’esposizione di splendidi capolavori della Tate di Londra ripercorre fragilità e desideri dell’umanità, tra guerre e migrazioni, grazie alla pittura di sei maestri di grande significato: oltre a Bacon e Freud opere di Michael Andrews, Frank Auerbach, Leon Kossoff e Paula Rego.
La Scuola di Londra rappresenta infatti uno dei momenti più affascinanti della storia dell’arte, che attraverso personaggi di grande spessore e calibro raggiunge intere generazioni, con lo strumento autentico della pittura, canale prediletto per raccontare la vita. Dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020 ecco che il grande pubblico è invitato a partecipare ad un viaggio esclusivo e splendido, da non perdere.
Sono ben quarantacinque le opere esposte dei differenti artisti afferenti alla Scuola di Londra, grazie ad una selezione accurata e ricca tra disegni, dipinti e incisioni per un percorso espositivo coinvolgente e affascinante. I sei artisti, che raccontano un cammino di profonda introspezione, provengono da vite e percorsi differenti, ma in tutti i casi arrivati ad un certo punto in Inghilterra, a Londra, attraverso strade e per motivi diversi; e che oggi vengono letti e uniti nell’urgenza che li ha accomunati di osservare l’umanità e restituire attraverso la loro ricerca le sensibilità e le complessità della vita.
La preziosa esposizione è curata da Elena Crippa, Curator of Modern and Contemporary British Art – Tate, e rappresenta un’occasione unica per vedere insieme Bacon e Freud in un percorso espositivo potente e suggestivo, capace di attraversare momenti di profonda intimità e lotta personale.

Bacon, Freud, la Scuola di Londra - Chiostro del Bramante, Roma
26 settembre 2019 – 23 febbraio 2020
Orari: da lunedì a venerdì 10.00 – 20.00; sabato e domenica 10.00 – 21.00
Biglietti: intero euro 15 - ridotto euro 12
Sito ufficiale www.chiostrodelbramante.it

Rovigo
In programma negli spazi di Palazzo Roverella a Rovigo un’affascinante e intrigante mostra sulle arti decorative giapponesi e sulle influenze che questa suggestiva corrente ebbe sul versante europeo.
“GIAPPONISMO, VENTI D’ORIENTE NELL’ARTE EUROPEA. 1860 – 1915” è il titolo dell’esposizione che sarà aperta al pubblico dal 28 settembre 2019 al 26 gennaio 2020, con l’obiettivo di soffermarsi a osservare proprio quello che può essere definito un vento di rinnovamento che dal Giappone partì alla volta dell’Europa.
Curata da Francesco Parisi l’esposizione ha un taglio originale ed esclusivo: una vera e propria mappatura delle tendenze giapponiste europee tra Ottocento e Novecento.
A partire dal 16 ottobre, a Palazzo Roncale, si potrà anche abbinare la visita della mostra Radiant sui manga giapponesi, per avere un quadro complessivo sull'influsso del mondo orientale sulla cultura europea.
Sono quattro le sezioni in cui si sviluppa il percorso che a partire dalle grafiche e dalla pittura procede attraversando architettura, illustrazione, arredi e ancora manifesti a comporre un prezioso racconto sulla presenza e profonda influenza della cultura giapponese sulle arti europee.
Si parla di un vero e proprio uragano che dall’Oriente si è mosso portando con sé cambiamento e rinnovamento: risale alla metà dell’Ottocento la diffusione sempre più massiccia di ceramiche e arredi, ma anche stampe e grafiche, in Francia ed è da quel momento che questo potente movimento scuote e mette in discussione modelli e sistemi consolidati nei secoli.
Se in una prima fase la moda proveniente dal Giappone conquistò la ricca borghesia di tutta Europa, successivamente furono artisti e letterati, ma anche architetti e musicisti a rimanerne affascinati e rapiti. Al principio ecco il diffondersi delle immagini quando vasi e ceramiche venivano avvolti e impacchettati da preziosi fogli, le prime xilografie, afferenti ad autori quali Hokusai, Utamaro e Hiroshige.
Dopo il 1860 almeno per altri cinquant’anni l’arte giapponista proseguì nel suo percorso ed evoluzione, influenzando e fondendosi con la cultura nascente europea in cui l’attenzione ai valori decorativi andava via via crescendo.
Saranno esposti capolavori di Gauguin, Touluse Lautrec, Van Gogh, Klimt, Kolo Moser, James Ensor e Alphonse Mucha, e in aggiunta si potranno ammirare le tendenze giapponiste nelle opere di Moore, degli italiani Giuseppe De Nittis, Galileo Chini, Plinio Nomellini, Giacomo Balla, Antonio Mancini, Antonio Fontanesi e Francesco Paolo Michetti con il suo capolavoro La raccolta delle zucche; e inoltre altri pittori francesi e belgi.

Giapponismo, Venti d’Oriente nell’arte europea. 1860 – 1915 - Palazzo Roverella, Rovigo
28 settembre 2019 - 26 gennaio 2020
Orari: da lun a ven 9.00 - 19.00; sab dom e festivi 9.00 - 20.00
Biglietti: intero 12 euro
Maggiori info: sito ufficiale


Mamiano di Traversetolo
C’è forse un motivo se l’espressione “A letto dopo Carosello” costituì, tra la fine degli anni ’50 e la metà degli anni ’70, l’unica proroga ai sogni di milioni di bambini.
Perché i celebri oggetti promozionali dell’epoca come l’ ippopotamo Pippo, i gonfiabili di Camillo il Coccodrillo, la Mucca Carolina, Susanna tutta Panna, che hanno incantato con la loro simpatia grandi e piccoli, erano davvero destinati a rivoluzionare la storia della cultura di massa diventando vere e proprie “icone”.
Una fiabesca rivoluzione dei consumi destinata a segnare una vera e propria svolta nel patrimonio culturale e visivo di tutti. Alla diffusione della televisione, che con Carosello mosse i primi passi nel mondo della pubblicità e all’evoluzione della storia della grafica pubblicitaria e del manifesto attraverso il lavoro di grandi designer - da Armando Testa a Erberto Carboni, da Raymond Savignac a Giancarlo Iliprandi - la Villa dei Capolavori, sede della Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo (Parma), dedica un importante appuntamento.
“CAROSELLO. PUBBLICITÀ E TELEVISIONE 1957-1977” in corso fino all’8 dicembre, sarà un’occasione per riportare alla memoria i celebri manifesti di quegli anni, affiancati a schizzi e bozzetti, ripercorrendo, grazie a una serie di schermi distribuiti nelle sale espositive, l’unicità e l’innovazione degli inserti pubblicitari di Carosello, vincolati com'erano a rigide regole di novità e lunghezza.
L’universo dei personaggi animati nati con la televisione, come La Linea di Osvaldo Cavandoli, Re Artù di Marco Biassoni, Calimero di Pagot o Angelino di Paul Campani, si affianca agli inserti pubblicitari che hanno per protagonisti voci celebri dell’epoca, da Mina a Frank Sinatra, da Patty Pravo a Ornella Vanoni, ma anche attori del calibro di Totò, Alberto Sordi, Virna Lisi, Vittorio Gassman, e ancora registi e popolarissimi personaggi tv come Mike Bongiorno, Pippo Baudo, Raffella Carrà. Nonostante fosse trasmesso in bianco e nero, Carosello per gli italiani aveva i colori del consumo, di un nuovo mondo di beni luccicanti come le lavatrici, le automobili, i frigoriferi, che sbarcavano per la prima volta sulla scena sociale.
Il percorso espositivo a cura di Dario Cimorelli e Stefano Roffi esplora questa sorta di paesaggio fiabesco reso ammaliante da felicità e benessere, un contesto estremamente affascinante per una popolazione, come quella italiana, reduce da un lungo periodo di povertà.
La mostra si avvale di diversi prestiti e contributi, dal Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’Università di Parma al Museo nazionale Collezione Salce di Treviso, dalla Fondazione Luigi Micheletti di Brescia all’Archivio Generale Audiovisivo della Pubblicità Italiana e del personale apporto del suo fondatore e direttore Emmanuel Grossi.
L’Archivio Storico Barilla ha inoltre messo a disposizione alcuni spettacolari caroselli con Mina (1967) con gli abiti disegnati dal costumista di Federico Fellini, Piero Gherardi, e con alcune storie di Topo Gigio, testimonial per i Pavesini fra il 1963 e il 1975.

Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977 - Fondazione Magnani Rocca, via Fondazione Magnani Rocca 4, Mamiano di Traversetolo (Parma)
7 Settembre ― 8 Dicembre 2019
Aperto tutti i festivi (anche 1° novembre e 8 dicembre). Lunedì chiuso.
Orari: dal martedì al venerdì continuato 10-18 (la biglietteria chiude alle 17) – sabato, domenica e festivi continuato 10-19 (la biglietteria chiude alle 18)
Biglietti: € 12,00 valido anche per le raccolte permanenti; € 10,00 per gruppi di almeno venti persone; € 5,00 per le scuole


TEATRO

Milano
1) Al teatro Out Off, il 20 e 21 settembre va in scena AMORE ALTROVE di Alfonso Lambo, Davide Marchi, per la regia di Alfonso Lambo, con Andrea Verzicco, Marta Belloni, Giovanna D'Angi, Angelo Di Figlia.

Amore Altrove è un musical che vede protagonista una famiglia, formata da genitori separati e due figli. Il padre, Carlo, ha da sempre il sogno di aprire una tavola calda, insieme al migliore amico Biagio. Anita, la mamma, è una donna che dopo la separazione da Carlo prova a far funzionare le cose nella sua famiglia, cercando un dialogo non sempre facile con i figli e discutendo molto spesso con Lucrezia, sua madre, donna molto elegante e con un forte vissuto alle spalle, grazie al quale sente di poter insegnare ad Anita come vada gestita una famiglia. I due figli, Sara e Tommaso, saranno impegnati a far funzionare le loro personali storie d’amore rispettivamente con Mattia e Luca. In seguito ad un avvenimento particolarmente significativo, le vite di tutti verranno sconvolte, portando ogni personaggio a riflettere su quali siano, per loro, le cose davvero importanti.

Teatro Out Off - Via Mac Mahon, 16
21 settembre ore 20.45
Biglietto Euro 23,00


2) Al Teatro Franco Parenti, Sala 3, dal 24 settembre al 13 ottobre va in scena OPERA PANICA. CABARET TRAGICO di Alejandro Jodorowsky, per la regia di Fabio Cherstich, con Valentina Picello, Loris Fabiani, Francesco Sferrazza Papa

Un testo divertente, assurdo, violento e politico sulla ricerca della felicità. Niente moralismi, solo la grande poesia di Jodorowsky. E come in una partitura senza regole e visionaria Fabio Cherstich alterna una selezione delle 26 mini - pièce tra songs philosophique dal sapore brechtiano, piccoli balletti e video-pantomime, originali, colorate, dinamiche, esilaranti.
Inevitabile rimanere sedotti e spiazzati dalla comicità e dal paradosso di un’umanità incastrata nella sua stessa esistenza.

Teatro Franco Parenti - Sala 3 - Via Pier Lombardo 14 Milano
24/09/2019 - 13/10/2019
Orari: martedì 24 Settembre h 19:30; mercoledì 25 Settembre h 20:15; giovedì 26 Settembre h 20:30; venerdì 27 Settembre h 21:00;sabato 28 Settembre h 20:00; domenica 29 Settembre h 16:45 |
Biglietti da Euro 13.50 acquistabili anche online

Genova
Al Politeama Genovese va in scena il 21 settembre REAL ILLUSION di e con Gaetano Triggiano diretto da Arturo Brachetti.

Una esperienza unica, coinvolgente e spettacolare che cattura lo spettatore fin dai primi istanti, portando sul palco situazioni surreali, apparizioni, colpi di scena e trasformazioni ad una velocità estrema . Storie avventurose, momenti di sospensione e di alta tensione, ma anche momenti brillanti e divertenti, tra le sue più grandi e incredibili illusioni. Energia, rapidità, forza, passione, poesia, amore, mistero e soprattutto magia saranno gli ingredienti di questo sorprendente spettacolo teatrale di altissimo livello internazionale, dove gli effetti speciali faranno da cornice a chi vorrà sognare ad occhi aperti, adulti e bambini.
Un viaggio tra realtà e immaginazione, in uno spazio senza tempo, per scoprire l’essenza stessa dell’illusionismo. Sul palcoscenico Gaetano Triggiano è affiancato da un cast di ballerini ed accompagnato dall’originale e coinvolgente musica del Maestro Angelo Talocci.

Politeama Genovese - Via Nicolò Bacigalupo, 2,
21/09/2019 ore 21.00
Biglietti da Euro 34,50 acquistabili anche on line


Roma
1) Al Teatro Piccolo Eliseo Patrini Griffi, il 22 settembre va in scena FATTI VERI, di e con Ivano Marescotti.

Fatti veri, prima opera narrativa dell’attore e regista teatrale Ivano Marescotti, è una raccolta di racconti autobiografici dal sapore delle storie di una volta che vede come indiscussi protagonisti la terra d’origine, la Bassa Romagna,vi suoi abitanti e il suo dialetto dal dopoguerra alla metà degli anni ’90.
Il viaggio nel passato si apre con la nascita dell’autore e si chiude con la morte prematura del figlio. Passa dai banchi della scuola elementare e fa tappa sul palco del Teatro Alighieri di Ravenna dove avviene la sua consacrazione ad attore professionista. Nel mezzo, un susseguirsi di aneddoti esilaranti, momenti teneri e ambientazioni surreali. Marescotti, con naturalezza e senza falsi pudori, svela l’insofferenza per il lavoro impiegatizio, gli esordi teatrali dettati dal caso, le passioni amorose e politiche, i drammi personali. Una saga romagnola che affonda le radici nella cultura dei padri, ma che comunica nella lingua universale dell’arte e della creazione.

Piccolo Eliseo Patroni Griffi - Via Nazionale 183 Roma
21 settembre 2019 ore 21
Ingresso libero


2) Al Teatro Olimpico, dal 26 al 29 settembre va in scena CHE DISASTRO DI COMMEDIA, di Mark Bell, per la regia di Gabriele Pignotta.

Si racconta la storia di una compagnia teatrale amatoriale che, dopo aver ereditato improvvisamente un’ingente somma di denaro, tenta di produrre un ambizioso spettacolo che ruota intorno a un misterioso omicidio perpetrato negli anni ’20, nel West End.
Il racconto prende forma tra una scenografia che implode a poco a poco su sé stessa e attori strampalati che, goffamente, tentano di parare i colpi degli svariati tragicomici inconvenienti che si intromettono tra loro ed il copione con estro e inventiva, tanto da non lasciare spazio a nient’altro che a incontenibili risate e divertimento travolgente. Tra paradossi e colpi di scena gli attori non si ricordano le battute, le porte non si aprono, le scene crollano, gli oggetti scompaiono e ricompaiono altrove. Tutto è studiato nei minimi particolari con smaliziato umorismo senza mai risultare artefatto o stucchevole.
Il ritmo incessante dello spettacolo se da un lato coinvolge il pubblico in un vortice impetuoso di ilarità, dall’altro palesa la grandissima fatica fisica che i protagonisti mettono in gioco per rappresentare i disastri che si accumulano in un crescendo senza controllo. La produzione si rivela una catastrofe e gli attori cominciano ad accusare la pressione, andando nel panico…
Applausi a scena aperta per i protagonisti, un cast di istrionici professionisti con dei tempi comici senza eguali che sono riusciti, tra recitazione e tecnica, a fare di questa commedia un piccolo grande miracolo.

Teatro Olimpico - Piazza Gentile da Fabriano, 17 Roma
Del 26 al 29 settembre
Spettacoli ore 21,00; sabato e domenica ore 18.00; sabato anche ore 21.15
Biglietti da Euro 23,00 acquistabili anche on line


CINEMA

C'era una volta a... Hollywood
Il nono film diretto da Quentin Tarantino, è ambientato nella Los Angeles del 1969, e nel mondo del cinema in particolare. Protagonista è Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), un attore con alle spalle il successo arrivato grazie a una serie televisiva western degli anni Cinquanta e una serie di film azzeccati, ma che ora teme che la sua carriera possa essere arrivata al capolinea. Ciò nonostante è restio ad accettare l'offerta di un produttore di recitare in uno spaghetti western in Europa, ritenendo il progetto non alla sua altezza. Invece, Dalton accetterà la parte del villain in una nuova serie tv western. Al suo fianco c'è sempre Cliff Booth (Brad Pitt), che è qualcosa di più del suo stuntman: è anche un autista, e un assistente factotum, e in fondo anche il suo unico vero amico. Anche Cliff fa fatica a trovare nuovi lavori, dopo che si è diffusa la voce che sia stato lui a uccidere sua moglie. Cliff abita in un roulotte assieme al suo pibull, ma passa buona parte del suo tempo a casa di Rick, che si trova in Cielo Drive, sulle colline di Bel-Air: una villa che si trova proprio al fianco di quella da poco presa in affitto dal regista Roman Polanski e da sua moglie, la bellissima attrice Sharon Tate (Margot Robbie).
Le vicende di Rick e Cliff e quelle di Sharon Tate procederanno in parallelo, fino a quando si incroceranno in maniera inaspettata proprio in una data fatidica.

Genere: Commedia, Drammatico - Gran Bretagna, USA 2019
Regia: Quentin Tarantino
Attori:Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Al Pacino, Timothy Olyphant, Emile Hirsch, Zoe Bell, Dakota Fanning, Kurt Russell, Damian Lewis, Michael Madsen, Luke Perry, Julia Butters, Clifton Collins Jr., Scoot McNairy, Nicholas Hammond, Maurice Compte, Damon Herriman, Lew Temple, Margaret Qualley, Spencer Garrett, Austin Butler, Mike Moh, Rafal Zawierucha, Lena Dunham
Durata:145 min

Rosa
Film diretto da Katja Colja, è la storia di una donna (Lunetta Savino) meridionale di sessant'anni, sposata da quaranta con lo sloveno Igor (Boris Cavazza). Il loro legame è sopravvissuto a molti momenti negativi e a diverse tempeste, che - seppur di passaggio - hanno raffreddato il loro matrimonio. Una di queste è stata la scomparsa della figlia più giovane, Maja; un dolore incolmabile che ha eretto tra Rosa e Igor una parete invalicabile. I due, infatti, vivono sotto lo stesso tetto, ma percorrono ognuno per proprio conto un doloroso cammino di solitudine.
Solo Nadi, la figlia maggiore, può riuscire talvolta a far sì che i suoi genitori si guardino ancora una volta negli occhi. Ma sarà una nuova ed eclatante scoperta a ridare la forza a Rosa, quando scoprirà, infatti, che Maja vendeva sex toys insieme a Lena, una parruccjoera che organizza incontri per donne che desiderano riscoprire il proprio corpo e la loro sessualità.
Incuriosita dall'argomento, ultimo legame con la figlia scomparsa, la donna verrà a contatto con altre donne, altre storie e tornerà a riprendere familiarità con parti di sé dimenticate o forse mai conosciute. Rosa troverà una nuova forza dentro di sé che le permetterà di prendersi cura non solo di se stessa, ma anche di chi ama.

Genere: Drammatico – Slovenia 2019
Regia:Katja Colja
Attori:Lunetta Savino, Boris Cavazza, Simonetta Solder, Branko Djuric, Maurizio Fanin, Mirko Soldano, Sara Alzetta, Valentina Munafò
Durata:80 min

Burning - L'amore Brucia
Film diretto da Chang-dong Lee, racconta la storia di Jongsu (Ah-in Yoo), un fattorino che durante una consegna si imbatte in Haemi (Jong-seo Jun), una ragazza del suo quartiere. Haemi gli chiede di prendersi cura del suo gatto mentre lei è via per un viaggio in Africa. Al suo ritorno, Haemi gli presenta Ben (Steven Yeun), un uomo misterioso che ha incontrato durante il suo viaggio. Un giorno, Ben racconta a Jongsu del suo hobby più insolito...

Genere: Drammatico – Corea del Sud 2018
Regia:Lee Chang-dong
Attori:Ah-in Yoo, Steven Yeun, Jong-seo Jun
Durata:148 min

Eat local - a cena con i vampiri
Una volta ogni 50 anni i vampiri britannici si riuniscono in una tranquilla fattoria per discutere di territori controllati, controverse varie, eventuali minacce e per approvare nuove misure per garantirsi scorte alimentari. In questa riunione i vampiri dovranno discutere inoltre l'aggiunta di un nuovo membro. Il ragazzo prescelto è Sebastian Crockett, attirato nella fattoria dalla sexy Vanessa.
Sfortunatamente per tutti proprio il colonnello delle forze speciali ammazza vampiri Bingham è venuto a conoscenza della riunione segreta ma avendo sottovalutato il reale pericolo non ha con se abbastanza uomini per affrontare la congrega di vampiri.
La sopravvivenza dei soldati e di Sebastian è a serio rischio e la priorità diventa arrivare, possibilmente vivi, all'alba.

Genere: Azione, Horror, Commedia - Anno:2017
Regia:Jason Flemyng
Attori:Freema Agyeman, Adrian Bower, Roman Clark, Billy Cook, Charlie Cox, Mackenzie Crook, Annette Crosbie, Tony Curran, Blain Fairman
Durata:93 min

I migliori anni della nostra vita
Film diretto da Claude Lelouch, è la storia di Jean-Louis (Jean-Louis Trintignant) e Anne (Anouk Aimée), che si sono conosciuti molto tempo fa e hanno vissuto un'intensa e inaspettata storia d'amore.
Oggi, l'uomo, ormai ex pilota di corsa, riporta alla memoria sentieri sbiaditi fatti di vecchi ricordi, che non sembrano poi così lontani e che Jean-Louis spera fortemente di poter rivivere. Tra queste reminiscenze c'è quella donna che non è riuscito a tenersi accanto e che ricorda continuamente con rammarico. Per aiutarlo, suo figlio cerca di rintracciarla ed è così che i non più giovani come un tempo Anna e Jean-Louis potranno rivedersi, speranzosi di riprendere la loro storia d'amore proprio lì dove l'avevano interrotta.

Genere: Commedia, Sentimentale – Francia 2019
Regia:Claude Lelouch
Attori:Jean-Louis Trintignant, Anouk Aimée, Souad Amidou, Antoine Sire, Marianne Denicourt, Monica Bellucci
Durata:90 min

Selfie di famiglia
Film diretto da Lisa Azuelos, è la storia di Héloïse (Sandrine Kiberlain), lavoratrice e madre di tre figli, tra cui la diciottenne Jade (Thaïs Alessandrin), la più piccola che a breve lascerà il nido familiare per andare a studiare in Canada. I giorni trascorrono rapidi e la partenza della giovane è prossima, è in questo periodo che Héloïse riporta alla memoria vecchi ricordi.
Sono proprio questi momenti passati a far sì che la donna si improvvisi regista e inizi a filmare con il suo smartphone gli ultimi istanti insieme a Jane, prima della sua partenza. La cosa, però, la porterà a perdere il suo obiettivo principale: essere una madre per "la sua piccola", dimenticando di vivere il presente.

Genere: Commedia, Drammatico – Francia 2019
Regia:Lisa Azuelos
Attori:Sandrine Kiberlain, Thaïs Alessandrin, Victor Belmondo, Mickaël Lumière, Camille Claris, Kyan Khojandi, Arnaud Valois, Patrick Chesnais, Yvan Attal
Durata:88 min
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata