Corsi online
4 gennaio 2023

L’imprenditore agricolo: inquadramento civilistico dell’attività agricola

Relatore/i: Cinzia De Stefanis e Paolo Lacchini
Durata: 2 ore
Crediti Formativi: 2 Cfp
€ 69,00 + iva
Descrizione

Disponibile dal 04 Gennaio 2023

L’economia agraria e l’imprenditore agricolo, nucleo essenziale di tale comparto, presentano una normativa particolare, caratterizzata da peculiarità che trovano il loro fondamento nelle specifiche caratteristiche dell’attività agricola stessa. L’articolo 2.135 del codice civile, così come novellato a seguito della riforma del 2001, fornisce la definizione puntuale di imprenditore agricolo.In particolare, vengono definiti i presupposti soggettivi ed oggettivi per lo svolgimento dell’attività nonché il concetto di prevalenza.

Nel corso dell’incontro verranno analizzati puntualmente le singole caratteristiche dell’attività agricola (qualità, ciclo biologico), e le condizioni per lo svolgimento delle attività agricole connesse con alcuni esempi pratici.
Verrà, inoltre, delineata la differenza tra Imprenditore Agricolo professionale (IAP) e Coltivatore Diretto (CD).

Ricordiamo che il “Piano PNRR” intende rilanciare il Paese dopo la crisi pandemica, stimolare la transizione ecologica e digitale, favorire un cambiamento strutturale dell'economia, a partire dal contrasto alle diseguaglianze di genere, territoriali e generazionali. Il Piano si compone di sei Missioni e sedici Componenti, che si articolano intorno a tre assi strategici condivisi a livello europeo: digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica, inclusione sociale. Il Piano deve inoltre rispettare il principio di "non arrecare un danno significativo" (Do No Significant Harm - DNSH), ovvero contribuire in modo sostanziale alla tutela dell'ecosistema senza arrecare danno agli obiettivi ambientali.

Per quanto riguarda gli interventi relativi al mondo dell'agricoltura, il Ministero delle Politiche agricole è titolare delle seguenti misure:


  • Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo, con una dotazione di 800 milioni di euro;
  • Parco Agrisolare, con una dotazione di 1,5 miliardi di euro;
  • Innovazione e meccanizzazione nel settore agricolo ed alimentare, con una dotazione di 500 milioni di euro;
  • Investimenti nella resilienza dell'agro-sistema irriguo per una migliore gestione delle risorse idriche, con una dotazione di 880 milioni di euro;
  • Contratti di filiera e di distretto, con una dotazione di 1,2 miliardi di euro (finanziati con risorse a valere sul Fondo per gli investimenti complementari al PNRR).
Programma
  • La definizione di imprenditore agricolo
  • L’attività agricola
  • Le attività agricole connesse
  • La prevalenza
  • Le prestazioni di servizi
  • Imprenditore Agricolo professionale (IAP) - Coltivatore Diretto (CD)Le società agricole
  • La qualifica di IAP per le società
  • Cenni relativi l’iscrizione al registro delle imprese
Accreditamento
Odcec
In fase di Accreditamento
Tributaristi
Riconosciuto
Corsi online
4 gennaio 2023

L’imprenditore agricolo: inquadramento civilistico dell’attività agricola

Relatore/i: Cinzia De Stefanis e Paolo Lacchini
Durata: 2 ore
Crediti Formativi: 2 Cfp
€ 69,00 + iva