Registrati ora
Abbonamenti

News 24

20 marzo 2020

Data 20.03 Ore 10.38 - Bonus pubblicità: elenco dei soggetti ammessi per l’anno 2019

È stato adottato il 18 marzo 2020, il decreto del Capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, che approva l’elenco dei soggetti ammessi a fruire del credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali per l’anno 2019, comunicato all’Agenzia delle Entrate.

Al provvedimento è allegato l’elenco dei soggetti ammessi alla fruizione di tale credito, con l’indicazione dei singoli importi, come risultanti dalle comunicazioni pervenute dall’Agenzia delle entrate.

La somma indicata in corrispondenza di ciascun soggetto ammesso alla fruizione, costituisce l’importo massimo fruibile dalla generalità dei soggetti ammessi, fatte salve le eccezioni specificamente indicate per il settore dell’autotrasporto, il settore agricolo e il settore della pesca e dell’acquacoltura.

Per i soggetti che operano nel settore dell’autotrasporto, per quelli che operano nel settore agricolo e per quelli che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura, infatti, il massimale individuale è quello stabilito rispettivamente dal Regolamento UE n. 1407/2013 per il settore dell’autotrasporto, dal Regolamento UE n. 1408/2013, come modificato dal Regolamento UE n. 316/2019, per il settore agricolo e dal Regolamento UE n. 717/2014, per il settore della pesca e dall’acquacoltura.

Nell’ipotesi in cui l’importo indicato nell’elenco superi i limiti stabiliti – per il rispettivo settore di appartenenza - dai tre predetti Regolamenti, l’importo massimo fruibile è quello indicato nei medesimi Regolamenti.

Per la generalità dei soggetti ammessi, il credito d’imposta può essere fruito – mediante compensazione da effettuare con il modello F24 attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate – a decorrere dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione del presente provvedimento e del relativo elenco allegato sul sito Internet del Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri: www.informazioneeditoria.gov.it e sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate: www.agenziaentrate.it.
Nel decreto sono anche fornite indicazioni relative ai controlli ed alle revoche del beneficio.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.