1 dicembre 2022
1 dicembre 2022

Ore 9:40 - Pnrr, l’esecutivo valuta di rivedere i tempi

Da rivedere, per il governo, i tempi e costi previsti per la realizzazione del Pnrr. Troppo ambiziosa, infatti, come sottolinea il vicepremier e ministro alle infrastrutture e trasporti Salvini, la chiusura delle opere e la rendicontazione entro il 2026. Sugli interventi programmati pesa, infatti, l’effetto dell’inflazione: l’urgenza è la realizzazione dei 55 obiettivi previsti per il secondo semestre del 2022, risultato dal quale dipende l’erogazione della terza rata da 19 miliardi, dopo i 66,9 già incassati e a fronte dei 191,5 previsti complessivamente entro il 2026. Tra le criticità principali gli interventi che spettano agli enti locali, e che rischiano di rimanere bloccati. Nonostante la previsione di spesa sia stata abbassata a 22 miliardi lo scorso settembre, dai 42 della prima approvazione, già corretta al ribasso a 33, potrebbe essere necessaria la richiesta di una proroga, almeno fino al 2028 secondo il ministro della Protezione civile Musumeci, per rendere la scadenza compatibile con le lentezze attuali.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.