Registrati ora
Abbonati

Economia & Società

24 febbraio 2021

750.000 artigiani senza cassa integrazione da ottobre. A dicembre mancavano 261 milioni

soldi banconote euro
Sono 750 mila i lavoratori di imprese artigiane che nel 2020 hanno ricevuto prestazioni covid-19 e che da ottobre si troverebbero senza il sostegno della ex-cassa integrazione, ora Fondo Bilaterale dell’Artigianato, creato nel 2017 e cofinanziato tramite contributi mensili di imprenditori e aziende allo scopo di affrontare momentanei periodi di crisi. Fondi che non erano stati pensati per affrontare una epidemia e che avrebbero richiesto l’intervento dello Governo.

Una dettagliata documentazione sarebbe stata inoltrata al Centro Studi Fiscal Focus, diretto da Antonio Gigliotti.

Stando agli ultimi dati disponibili, da Ottobre a Dicembre 2020 sarebbero mancati 261 milioni da erogare ad i lavoratori di 211 mila imprese del settore artigiano.

Gli artigiani che avrebbero necessitato di ricorrere a forme di sostegno emergenziale sono 3.5 ad azienda in tutta Italia. Tra loro 149.679 in Lombardia, 98.924 in Veneto, 79.979 in Emilia Romagna, e 81.894 in Toscana.

Il direttore del Centro Studi Fiscal Focus ed autore del libro Caos-19: Testimonianze di una pandemia economica e fiscale, Antonio Gigliotti, commenta: "La pandemia ha dimostrato che il sistema di assicurazione sociale italiano è molto frammentato e non garantisce redditi da lavoro per tutti i lavoratori contro gli shock economici. È necessario un ripensamento del sistema di assicurazione sociale esistente".
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.