Registrati ora
Abbonamenti

Lavoro & Previdenza

12 novembre 2019
Categorie: Previdenza e lavoro > Rapporto di lavoro

Trasferta e distacco all’estero. Procedure mod. A1

Lavoro e Previdenza n. 190 - 2019

eventi viaggio
L’impresa con sede in un altro Stato membro dell'UE o in uno Stato extraUE può distaccare in Italia uno o più lavoratori in favore di un'altra impresa, anche se appartenente allo stesso gruppo, o in favore di una propria filiale/unità produttiva o di un altro destinatario. Affinché il distacco transnazionale sia considerato genuino deve realizzarsi nell’ambito di una prestazione di servizi e il lavoratore deve essere abitualmente occupato in un altro Stato membro. Prima dell’invio del lavoratore all’estero, l’azienda deve inviare all’INPS la domanda di rilascio del documento portatile A1, obbligatorio in caso di distacchi e trasferte in ambito europeo. Il modello, attraverso il quale viene certificata la legislazione di sicurezza sociale applicabile al lavoratore, deve essere inoltrato dal datore di lavoro in modalità telematica. Vediamo procedura e casi di esclusione.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
  • Trasferta e distacco all’estero. Procedure mod. A1 (137 kB)
Trasferta e distacco all’estero. Procedure mod. A1 - Lavoro e Previdenza n. 190 - 2019€ 4,00

(prezzi IVA esclusa)

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.