23 novembre 2022
23 novembre 2022

Ore 11:50 - Extra profitti al 35%, al 33% per il 2023

Nell’architettura generale della manovra 21 miliardi saranno spesi per l’energia, le rimanenti risorse in diversi ambiti per coprire i diversi interventi, dal cuneo fiscale alle pensioni. Il 65% dei fondi vengono finanziati dal deficit aggiuntivo rispetto al termine tendenziale, salito al 4,5%. Oltre al deficit, a finanziare la manovra saranno in grande parte gli introiti degli extra profitti delle imprese energetiche. Il contributo sarà infatti aumentato dal 25 al 35% per i conguagli, di cui si attenda la seconda rata al 30 novembre, e portata al 33% l’aliquota della tassa bis dal 2023 sugli utili, come previsto dal regolamento Ue. Due misure che insieme produrranno circa 6 miliardi di euro.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.