23 giugno 2022
23 giugno 2022

Ore 18:51 - Dichiarazione aiuti di stato

Le associazioni dei commercialisti replicano alla nota dell’Agenzia delle Entrate

Comunicato stampa congiunto ADC – AIDC – ANC – ANDOC – FIDDOC – UNAGRACO – SIC – UNGDCEC – UNICO

In merito alla nota a firma del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 06.06.2022 che le Associazioni dei Commercialisti ADC - AIDC - ANC - ANDOC - FIDDOC - UNAGRACO - SIC - UNGDCEC - UNICO hanno ricevuto dai Garanti del Contribuente in risposta alla loro segnalazione riguardante l’adempimento della dichiarazione sugli aiuti di Stato, le stesse Associazioni oggi hanno scritto nuovamente ai Garanti per replicare con alcune osservazioni a quanto espresso dall’Agenzia delle Entrate.

È stato ribadito che i dati richiesti con l’autodichiarazione agli operatori economici interessati sono, nella quasi totalità dei casi, già in possesso della Pubblica Amministrazione e conseguentemente la loro richiesta ai contribuenti è ingiustificata nonché contraria alle specifiche disposizioni esistenti, comprese quelle dello Statuto del Contribuente.

Nonostante ci sia stato lo spostamento della scadenza, disposto ufficialmente dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 233822 di ieri, che proroga al 30 novembre il termine per l’invio dell’autodichiarazione, è stata comunque ribadita l’illogicità della scadenza inizialmente prevista del 30/6, come pure della finestra temporale che era stata fissata dall’Agenzia per l’invio telematico dell’autodichiarazione, ossia dal 28/4 al 30/6.

Anche se l’adempimento è stato stabilito dalla Comunicazione della Commissione europea del 19.03.2020 e dal decreto del MEF del 11.12.2021, i contenuti dell’autodichiarazione prevista dall’Agenzia delle Entrate differiscono sostanzialmente dai contenuti stabiliti dalle norme richiamate. Stando a quest’ultime, infatti, l’autodichiarazione avrebbe dovuto limitarsi semplicemente all’attestazione, da parte degli operatori economici interessati, del mancato superamento dei limiti dei massimali indicati nelle Sezioni 3.1 e 3.12 del Temporary Framework, e del possesso dei requisiti per la fruizione degli aiuti di Stato.

Le Associazioni hanno sollecito un intervento dei Garanti, ribadendo l’opportunità che sia annullato il modello di autodichiarazione così come definito dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 143438 del 27.04.2022, e sia previsto un modello semplificato che esoneri dalla compilazione dei quadri A – B - C - D gli operatori economici che, in possesso dei prescritti requisiti, non abbiano superato il limite del massimale e abbiano fatto ricorso esclusivamente agli aiuti di Stato presenti nella Sezione 3.1 del Temporary Framework.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.