Registrati ora
Abbonamenti
In primo piano

Editoriali

29 dicembre 2020

Eureka! In arrivo un sistema rivoluzionario per la liquidità delle imprese

Autore: Paolo Iaccarino
editoriale antico
È in arrivo la piattaforma telematica dedicata alla compensazione volontaria di crediti e debiti, derivanti da transazioni fra operatori commerciali, certificate da fatture elettroniche. Introdotta all’articolo 35-bis del disegno di legge della futura finanziaria per l’esercizio 2021, il Legislatore interviene con una norma finalizzata ad innovare le procedure di compensazione volontaria fra operatori commerciali nell’ambito di operazioni certificate da fatture elettroniche regolarmente inviate al sistema di gestione dell’Amministrazione Finanziaria.

L’idea, senza altro innovativa, è finalizzata ad un approccio multilaterale alla compensazione volontaria fra le rispettive pretese creditorie intercorrenti tra operatori economici non necessariamente collegati fra loro da relazioni commerciali. Mediante l’utilizzo di un apposito algoritmo il sistema consentirà di individuare e successivamente collegare fra loro operatori non direttamente connessi, ma accumunati dall’avere relazioni commerciali con un medesimo fornitore o cliente. Ad esempio, qualora Tizio sia debitore di Caio per 300, Caio sia debitore di Sempronio per 500 e Sempronio sia debitore di Tizio per 200, la nuova piattaforma consentirà, previo il consenso delle parti coinvolte, una compensazione fra le diverse partite creditorie cosicché Tizio rimanga debitore di Caio per 100, Caio debitore di Sempronio per 300 e Sempronio, di conseguenza, assolva alla propria obbligazione azzerando il proprio debito. Il fatto che Sempronio e Tizio abbiano in comune relazioni commerciali con Caio consentirà, infatti, una compensazione volontaria trilaterale impensabile secondo le procedure ordinarie. L’idea, in altri termini, è quella di ridurre la liquidità necessaria all’assolvimento delle rispettive obbligazioni utilizzando, a cascata, i benefici della compensazione volontaria affinché la liquidità corrisposta da Sempronio per assolvere il proprio debito nei confronti di Tizio, pari a 200, sia sufficiente, con un click, di ridurre contestualmente il debito di Tizio e quello di Caio, con un impiego complessivo di risorse finanziarie pari alla metà di quanto sarebbe stato necessario in condizioni ordinarie di pagamento.

La nuova piattaforma, che si presenta quale surrogato delle procedure di compensazione già disciplinate dagli articoli 1241 e seguenti del codice civile, consentirà di produrre i medesimi effetti dell'estinzione dell’obbligazione, ma con una procedura immediata, efficace e, indubbiamente, tecnologicamente avanzata. Fino a concorrenza dello stesso valore della controprestazione ed a condizione che per nessuna delle parti aderenti siano in corso procedure concorsuali o di ristrutturazione del debito omologate, ovvero piani attestati di risanamento iscritti presso il Registro delle Imprese, l’adesione alla piattaforma, secondo le modalità attuative e le condizioni di servizio oggetto di un futuro provvedimento attuativo, consentirà infatti la compensazione multilaterale e, quindi, l’estinzione di due o più posizioni creditorie contrapposte.

L’attuazione di tale sistema potrebbe costituire un evento rivoluzionario per l’economia nazionale. La riduzione dei tempi necessari al pagamento delle rispettive posizioni debitore attraverso un sistema immediato di compensazione volontaria multilaterale consentirà di liberare ingenti risorse finanziarie. Lo strumento, in particolare, tornerà particolarmente utile nell’ambito di filiera ove le interrelazioni commerciali, anche indirette, caratterizzano il rapporto fra i diversi operatori coinvolti. Per questo motivo è necessario non perdere tempo ed agire affinché il sistema possa, già a partire dal 2021, risultare operativo e consentire l’assolvimento delle reciproche posizioni. Questa volta, speriamo, davvero con un click.
fascia quesiti
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata