9 maggio 2022

Esenzione Iva per case di riposo e simili

Il requisito della “gestione globale” della struttura

Focus n. 96 - 2022

Autore: Marco Peirolo
L’Agenzia delle Entrate, con un orientamento ormai consolidato, estende l’applicazione del regime di esenzione dall’IVA previsto per le prestazioni proprie delle case di riposo anche ad altre strutture, se attraverso le stesse si assicura l’alloggio, eventualmente unito ad altre prestazioni considerate di fatto accessorie alla prestazione principale, a persone che per il loro status sono bisognose di protezione, assistenza e cura.
L’esenzione, però, presuppone la gestione globale della struttura, fermo restando che, in difetto, le “singole prestazioni” possano beneficiare dell’agevolazione se hanno le caratteristiche per rientrare in una delle fattispecie esenti normativamente previste.

Indice argomenti

  • Normativa di riferimento
  • Presupposti dell’esenzione
  • Gestione globale delle rsa
  • Gestione globale delle Rda
  • Gestione globale delle unità abitative a favore di soggetti con handicap psichici
  • Riferimenti normativi
Per sbloccare i contenuti, Abbonati ora o acquistali singolarmente.
  • Esenzione Iva per case di riposo e simili (269 kB)
Esenzione Iva per case di riposo e simili
€ 5,00

(prezzi IVA esclusa)

 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.