26 settembre 2022

Variazione in diminuzione dell’IVA e procedura di rimborso

Prevalenza della proceduta di variazione in diminuzione su quella di rimborso

Fiscal News n. 66 - 2022

Autore: Marco Peirolo
L’istituto di cui all’art. 30-ter del D.P.R. n. 633/1972 si applica quando sussistono condizioni oggettive che non consentono di avvalersi della procedura di variazione in diminuzione.
Non è, quindi, possibile avvalersi della procedura di rimborso per ovviare alla scadenza del termine di decadenza per l’esercizio del diritto alla detrazione qualora tale termine sia decorso per “colpevole” inerzia del soggetto passivo, ma solo quando, per motivi non imputabili al soggetto passivo, quest’ultimo non sia legittimato ad emettere la nota di variazione in diminuzione. È tale il caso in cui il creditore fallimentare abbia cessato l’attività prima che sia stato acclarata l’infruttuosità della procedura concorsuale alla quale è stato sottoposto il debitore.

Indice argomenti

  • Caso esaminato
  • Variazione in diminuzione dell’imponibile e dell’imposta a seguito di procedura concorsuale
  • Rimborso dell’IVA
  • Rapporto tra procedura di variazione e procedura di rimborso dell’IVA
  • Fac simile istanza di rimborso
  • Riferimenti normativi
Per sbloccare i contenuti, Abbonati ora o acquistali singolarmente.
  • Variazione in diminuzione dell’IVA e procedura di rimborso (194 kB)
Variazione in diminuzione dell’IVA e procedura di rimborso - Prevalenza della proceduta di variazione in diminuzione su quella di rimborso
€ 4,00

(prezzi IVA esclusa)

 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.