1 dicembre 2022

Risarcimento del danno da straining

GiusLavoro n. 56 - 2022

Autore: Paola Mauro
Rientra nell’obbligo datoriale di protezione di cui all’art. 2087 cod. civ., in interazione con il diritto del lavoratore alle mansioni corrispondenti all’inquadramento di cui all’art. 2103 cod. civ., la tutela contro le tecnopatie da costrittività organizzativa, potendosi configurare lo straining quando vi siano comportamenti stressogeni scientemente attuati nei confronti di un dipendente, o anche nel caso in cui il Datore di lavoro consenta, anche colposamente, il mantenersi di un ambiente stressogeno fonte di danno alla salute dei lavoratori, quale condizione di lavoro lesiva della salute.

Indice argomenti

  • Premessa
  • Il caso
  • Ragioni del rinvio al Giudice di merito
Per sbloccare i contenuti, Abbonati ora o acquistali singolarmente.
  • Risarcimento del danno da straining (230 kB)
Risarcimento del danno da straining
€ 4,00

(prezzi IVA esclusa)

 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.