21 settembre 2022

Contratto di espansione: adempimenti del datore di lavoro

Lavoro & Consulenza n. 31- 2022

Autore: Danilo Randazzo
L’Inps, con la Circolare n. 88/2022 ha disciplinato quanto previsto dalla legge di Bilancio 2022 relativamente al contratto di espansione e all’indennità mensile correlata all’esodo anticipato per i lavoratori che si trovano a non più di 5 anni dalla pensione di vecchiaia o anticipata. La legge di Bilancio 2022, modificando l’articolo 41 del D.lgs. n. 148/2015, ha disposto la proroga del regime sperimentale di applicazione dell’articolo 41 anche per gli anni 2022 e 2023 e, a decorrere dal 1° gennaio 2022, ha ridotto il limite minimo di unità lavorative in organico stabilendo che non può essere inferiore a 50 unità. Vediamo quali sono gli adempimenti del datore di lavoro.

Indice argomenti

  • Premessa
  • Destinatari dell’indennità in caso di prepensionamento
  • Contratto di espansione e piano di esodo
  • Datori di lavoro destinatari delle disposizioni
  • Adempimenti del datore di lavoro in riferimento al Contratto di espansione e piano di esodo
  • Riconoscimento dell’indennità tramite i Fondi di solidarietà bilaterale
  • Riferimenti normativi
Per sbloccare i contenuti, Abbonati ora o acquistali singolarmente.
  • Contratto di espansione: adempimenti del datore di lavoro (1.2 MB)
Contratto di espansione: adempimenti del datore di lavoro
€ 4,00

(prezzi IVA esclusa)

 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.