2 settembre 2019

Strumenti finanziari a sostegno dell'internazionalizzazione delle imprese

Autore: Serena Pastore
Con il Decreto MISE-MEF dell’8 aprile 2019 sono state delineati i termini, le modalità e le condizioni per l’accesso e per la concessione di finanziamenti agevolati diretti al sostegno dell’internalizzazione delle imprese in Paesi extra-UE.

Le risorse messe a disposizione sono indirizzate a due diverse linee di azione:
  • lo sviluppo di soluzioni di e-commerce attraverso l'utilizzo di un Market place o la realizzazione/implementazione di una piattaforma informatica propria;
  • l'inserimento temporaneo in azienda di TEM – Temporary Export Manager - per la realizzazione di progetti di internazionalizzazione. Il TEM è una figura professionale specializzata volta a facilitare e sostenere i processi di internazionalizzazione attraverso la sottoscrizione di un apposito contratto di prestazioni consulenziali erogate esclusivamente da Società di Servizi.

Condizioni di accesso al finanziamento
Possono beneficiare delle predette agevolazioni le imprese aventi sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali, in forma singola o di rete soggetto, che abbiano depositato presso il Registro delle imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

Programmi per lo sviluppo del commercio elettronico
Sul sito del MISE, l’11 giugno 2019, sono state divulgate due circolari attuative che disciplinano le agevolazioni in esame. In particolare la Circolare n°1/394/2019 regolamenta i programmi per lo sviluppo del commercio elettronico (e-commerce) in Paesi extra-UE. Le spese che possono essere oggetto di finanziamento agevolato sono:
  • le spese relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica;
  • le spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica / market place;
  • le spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma.

Le sopraindicate spese devono essere sostenute nel periodo di realizzazione del programma che decorre dalla data di presentazione della domanda e termina 12 mesi dopo la data di perfezionamento. La spesa si considera sostenuta alla data in cui avviene l’effettivo pagamento; non possono essere finanziate spese oggetto di altra agevolazione pubblica.

L’importo del finanziamento agevolato non potrà superare il 12,50% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati del richiedente, con i seguenti ulteriori limiti:
  • 25.000,00 euro minimo;
  • 200.000,00 euro massimo per l’utilizzo di un market place fornito da soggetti terzi;
  • 300.000,00 euro massimo per la realizzazione di una piattaforma propria.

L'intervento, concesso in forma di finanziamento agevolato, può coprire fino al 100% dell'importo delle spese ammissibili; il tasso d'interesse del finanziamento è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa europea, vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento. In caso di imprese aggregate, per il controllo del limite dei ricavi, sarà valutata la situazione patrimoniale, considerando le disposizioni inerenti il bilancio di esercizio delle società per azioni, per quanto compatibili. La durata complessiva del finanziamento è di 4 anni, di cui 1 di preammortamento e 3 di ammortamento, a decorrere dalla data di perfezionamento.

Inserimento temporaneo in azienda di Temporary Export Manager (TEM)
La Circolare n°2/394/2019, invece, disciplina l’inserimento temporaneo in azienda di figure professionali specializzate e può riguardare al massimo tre Paesi extra-UE.

Possono essere oggetto di finanziamento agevolato:
  • le spese relative alle prestazioni di figure professionali specializzate (TEM), che devono essere almeno pari al 60% del finanziamento concesso;
  • le spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l'assistenza del TEM.

Le sopraindicate spese devono essere sostenute nel periodo di realizzazione del programma che decorre dalla data di presentazione della domanda e termina 24 mesi dopo la data di perfezionamento. L’importo del finanziamento agevolato non potrà superare il 12,50% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati del richiedente, con i seguenti ulteriori limiti:
  • 25.000,00 euro minimo;
  • 150.000,00 euro massimo.

La durata complessiva del finanziamento è di 4 anni, di cui 2 di preammortamento e 2 di ammortamento, a decorrere dalla data di perfezionamento.

La domanda di finanziamento va presentata utilizzando il modulo disponibile sul sito internet www.simest.it, compilato e sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa richiedente.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata