15 ottobre 2022

Chi cerca, trova!

Autore: Paolo Iaccarino
Non è passato inosservato l’incontro fra il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e Esperti Contabili e la Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 6 ottobre 2022. Benché faccia parte della normale interlocuzione istituzionale, l’appuntamento presieduto da Salvatore Regalbuto e Pasquale Saggese sorprende per i toni assolutamente positivi.

“Gli incontri si sono svolti in un contesto di disponibilità e reciproco interesse, nell’ambito della fattiva interlocuzione istituzionale che il Consiglio Nazionale ha avviato con i rappresentanti dell’Amministrazione Finanziaria”. Poche parole, quelle dell’Informativa n. 94 del 10 ottobre 2022 indirizzata ai Presidenti dei Consigli degli Ordini locali, che ben rappresentano il tentativo di porre le basi per una fattiva collaborazione fra i Commercialisti e l’Agenzia delle Entrate. Toni concilianti ai quali non eravamo più abituati.

Ma le sorprese non finiscono qui.

Dalla lettura dell’Informativa del Consiglio Nazionale, infatti, si apprende come alla prima lettura della Circolare n. 33/E del 2022, quella tanto attesa in tema di Superbonus e cessione del credito pubblicata lo stesso giorno dell’incontro, “in un contesto collaborativo […] è stata rilevata la presenza di un refuso che avrebbe potuto generale dubbi applicativi per gli interventi sulle unità immobiliari unifamiliari”, refuso tempestivamente corretto nella stessa serata dell’incontro, con la sostituzione integrale del documento. Pertanto non solo toni concilianti, perfino una correzione a quattro mani della Circolare, evento che non ha trovato smentita da parte dell’Amministrazione Finanziaria. A memoria d’uomo una novità senza precedenti.

Piccoli dettagli che non si possono ignorare.

È difficile imporre la propria presenza, meno quando questa è la naturale conseguenza di una proficua collaborazione, costantemente alimentata, con radici lontane nel tempo. In questo senso, allora, l’incontro con la Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 6 ottobre non deve rappresentare l’eccezione, un appuntamento estemporaneo dettato dalle esigenze del momento, ma diventare la pietra angolare di una nuova strategia nei confronti delle istituzioni e della politica. Con la propria presenza costante, in altri termini, è necessario presidiare, quali referenti qualificati e, quindi, naturali interlocutori, ogni occasione di confronto in cui si parli di fisco e di imprese.

Un nuovo imperativo per recuperare il tempo perduto, essere presenti ovunque.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.