30 luglio 2022

L’attesa estate del commercialista

Autore: Paolo Iaccarino
Si avvicina finalmente anche l’estate del commercialista, quella dal sapore malinconico perché esplode quando la maggioranza degli italiani si appresta al rientro. Un periodo, negli anni sempre più breve, quasi sospeso nel tempo, compresso anno dopo anno dalle scadenze fiscali. Una finestra sudata con tutte le proprie forze per essere dedicata, almeno una volta durante l’anno, a sé stessi e ai propri affetti.

Agosto è un momento di passaggio perché, con il versamento delle imposte dirette, segna per il commercialista la chiusura dell’anno fiscale. Il momento in cui si tirano le somme e si progetta il prossimo futuro, con la promessa ricorrente, ogni volta disattesa, di dedicare meno tempo al lavoro e più tempo alla famiglia. L’attimo in cui ogni operatore del mondo tributario, sotto pressione da troppi mesi, torna finalmente a respirare e vedere il mondo con occhi diversi. Consapevoli che, in fondo, il vero motore è la passione innata per questo lavoro.

Questo, inoltre, è il momento dell’anno in cui essere orgogliosi. Se l’economia italiana, quasi inaspettatamente, registra una crescita congiunturale del PIL pari all’1 per cento e un aumento del 4,6 per cento rispetto al corrispondente periodo del 2021, il merito è anche e soprattutto dei commercialisti. Un sensibile incremento del prodotto interno lordo al quale hanno concorso i tanti professionisti del settore contabile e tributario che quotidianamente supportano le imprese italiane.

Se durante il Covid i commercialisti hanno aiutato le imprese nel dedalo delle sospensioni e delle agevolazioni, in un vero e proprio servizio di protezione civile per le attività economiche, oggi i commercialisti sono il principale supporto nelle scelte di investimento, negli interventi di recupero edilizio, in tutte quelle attività di analisi necessarie in un tessuto economico composto da imprese di piccole e piccolissime dimensioni.

Una presenza troppo ingombrante per essere ignorata. In fondo dietro ogni scelta imprenditoriale, fra le pieghe di un contratto, alla base di qualsivoglia successo aziendale, c’è il saggio consiglio di un consulente fiscale, pietra angolare di un modello paese che, nonostante, tutto, resta il più bello del mondo. Andiamone orgogliosi.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.