23 giugno 2022

Compravendita simulata e accertamento sintetico

Fiscal Sentenze n. 113 - 2022

Autore: Giovambattista Palumbo
In caso di accertamento sintetico, l’Agenzia delle Entrate assolve al proprio onere probatorio rilevando l'acquisto, da parte della contribuente, di quote sociali per un corrispettivo incongruo rispetto al reddito dichiarato. Spetta quindi al contribuente dimostrare che tale incremento non costituisca manifestazione di una reale capacità reddituale e contributiva maggiore di quella dichiarata. Quanto alle modalità di assolvimento di tale onere probatorio, in caso di asserita compravendita simulata, bisogna dimostrare che il pagamento del prezzo non è avvenuto e che l'effettuata acquisizione di beni non denota una reale disponibilità economica, suscettibile di valutazione a fini fiscali, poiché il contratto stipulato, in ragione della sua natura simulata, ha una causa gratuita anziché quella onerosa, solo apparente.

Indice argomenti

  • Il caso
  • La decisione
  • Osservazioni
  • Precedenti
Per sbloccare i contenuti, Abbonati ora o acquistali singolarmente.
  • Compravendita simulata e accertamento sintetico (246 kB)
Compravendita simulata e accertamento sintetico
€ 4,00

(prezzi IVA esclusa)

 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.