Registrati ora
Abbonamenti

Casi Fiscali

30 giugno 2020
Categorie: Irpef > Detrazione

Installazione condizionatore: la detrazione spetta anche ai detentori dell’immobile

Autore: Redazione Fiscal Focus
esperto risponde dubbio domanda quesito
Domanda - Ho sostenuto delle spese per l'installazione di un condizionatore nella mia abitazione, locata con un regolare contratto di locazione registrato. Il consenso per l’installazione del condizionatore mi è stato dato telefonicamente dal proprietario di casa, a cui poi è seguita l’autorizzazione scritta, in quanto in sede di assistenza fiscale per la presentazione del modello 730, mi è stato richiesto di esibire tale autorizzazione. Posso detrarre la spesa per il condizionatore dall’IRPEF?

Risposta - Ai sensi dell'art. 16-bis del TUIR spetta una detrazione dall'imposta lorda - attualmente pari al 50 per cento delle spese sostenute, calcolata su di un ammontare massimo delle spese stesse pari a 96.000 euro per immobile, ripartita in dieci quote annuali di pari importo - a fronte degli interventi di recupero del patrimonio edilizio ivi elencati.

Tra gli interventi agevolabili effettuati sulle singole unità immobiliari e/o sulle relative pertinenze rientrano anche i lavori finalizzati al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia.

Per tali interventi, la Circolare n. 13/E/2019 ha precisato che le tipologie di opere ammesse ai benefici fiscali possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici.

Tra gli interventi riconducibili a tali fattispecie rientra anche l'installazione di pompe di calore per la climatizzazione invernale degli ambienti ed eventuale adeguamento dell'impianto.

La detrazione spetta anche ai detentori dell'immobile a condizione che la detenzione stessa risulti da un contratto di locazione o di comodato regolarmente registrato al momento di avvio dei lavori, o al momento del sostenimento delle spese ammesse alla detrazione se antecedente il predetto avvio, e che siano in possesso del consenso all'esecuzione dei lavori da parte del proprietario.

Pertanto, nel suo caso essendo in possesso dell'autorizzazione informa scritta del proprietario, potrà fruire della detrazione a condizione, tuttavia, che la spesa sia stata sostenuta per l'acquisto e l'installazione di una pompa di calore per la climatizzatore invernale degli ambienti - ancorché reversibile per la climatizzazione estiva - che abbia effettuato tutti gli adempimenti previsti dal DM n. 41/1998 e che sia in possesso della documentazione richiesta, compresa quella attestante le caratteristiche tecniche dell'apparecchio installato.

L'onere in questione può essere portato in detrazione dall'imposta lorda riferita all'anno di sostenimento della spesa, vale a dire al periodo d'imposta 2019.
.
FASCIA CORSO ONLINE ECOBONUS
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata