Registrati ora
Abbonamenti

Casi Fiscali

14 gennaio 2020
Categorie: Regimi speciali > Regime Forfettario

Passaggio dal forfettario all’ordinario: rettifica della detrazione Iva

Autore: Redazione Fiscal Focus
esperto - dubbio - domanda - quesito
Domanda - Un soggetto è entrato nel regime forfettario nel 2019 ed ha versato l’Iva per effetto della rettifica della detrazione sui cespiti.
Ora nel 2020, dopo un solo anno, deve tornare nel regime ordinario. Può rettificare l’Iva a favore sui cespiti versata l’anno scorso? Se si, in che modo (considerato che quest’anno non presenta la dichiarazione Iva perché forfettario)?
Nello specifico, il contribuente ha versato i ⅘; chiede di sapere se può recuperare i ⅗.

Risposta - L’Iva è un’imposta istantanea, vale a dire che gli acquirenti o committenti devono verificare se sussistono o meno i presupposti per l’esercizio della detrazione nel momento in cui il tributo diviene esigibile ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n. 633/1972. In alcuni casi, però, ed in particolare per l’acquisto dei beni ammortizzabili, deve essere verificato costantemente se nel corso del periodo di utilizzo dei cespiti, le condizioni di “partenza” subiscono delle variazioni e, in presenza delle condizioni previste dalla legge, applicare il meccanismo c.d. della rettifica della detrazione disciplinato dall’art. 19 – bis 2 del DPR n. 633/1972.

Tale mutamento delle condizioni può verificarsi allorquando il contribuente, che originariamente liquidava l’Iva con i criteri ordinari, è entrato nel regime forfettario di cui all’art. 1, commi 54 e segg. della L. n. 190/2014. In precedenza, il contribuente avrà considerato in detrazione l’Iva assolta sugli acquisti, invece ora il nuovo regime forfettario non consente l’esercizio del medesimo diritto. Il mutamento del regime costituisce uno dei presupposti che fa scattare l’applicazione del predetto meccanismo di rettifica.

Può, invece, verificarsi il caso inverso in cui il contribuente ha applicato inizialmente il regime forfettario e successivamente, a causa del venire meno dei presupposti che consentono di fruire del forfait, deve uscirne applicando il regime ordinario.

In tale ipotesi l’Iva assolta sugli acquisti torna ad essere integralmente detraibile. Il meccanismo della rettifica della detrazione funzionerà così nella maniera opposta, ed il contribuente potrà fruire del vantaggio costituito dalla detrazione dell’imposta sul valore aggiunto.

Pertanto, in caso di uscita dal regime forfettario per entrare nel regime ordinario con decorrenza dal 1° gennaio 2020 lei potrà recuperare in detrazione i ⅗ di quanto precedentemente versato. Il recupero dell’Iva non considerata originariamente in detrazione potrà essere fatto valere nella dichiarazione annuale relativa al periodo d’imposta 2020, pertanto nella dichiarazione IVA 2021.
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata