12 maggio 2022

Risposta scortese al cliente. Licenziamento

Il licenziamento non si giustifica se l’episodio rappresenta un caso isolato

GiusLavoro n. 25 - 2022

Autore: Paola Mauro
L’azienda non sempre può licenziare l’addetto alle vendite che si rivolge in modo molto scortese a un cliente, tanto da non fagli portare a termine l’acquisto. Se si tratta dell’unica violazione dell’obbligo previsto dal CCNL «di usare modi cortesi col pubblico» e l’affare non concluso non danneggia gravemente l’azienda, per via del modesto valore economico del bene invenduto, l’episodio risulta punibile con una sanzione conservativa, e quindi non si giustifica il licenziamento. È quanto emerge dalla lettura di una recente sentenza della Sezione Lavoro della Corte di Cassazione.

Indice argomenti

  • Premessa
  • Il caso
  • Ragioni della decisione della S.C.
  • Il datore di lavoro condannato alle spese
Per sbloccare i contenuti, Abbonati ora o acquistali singolarmente.
  • Risposta scortese al cliente. Licenziamento (247 kB)
Risposta scortese al cliente. Licenziamento - Il licenziamento non si giustifica se l’episodio rappresenta un caso isolato
€ 4,00

(prezzi IVA esclusa)

 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata
Iscriviti alla newsletter
Fiscal Focus Today

Rimani aggiornato!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, e ricevi quotidianamente le notizie che la redazione ha preparato per te.