Registrati ora
Abbonati

Economia & Società

9 luglio 2021

Produzione industriale: a maggio 2021 l’indice diminuisce dell’1,5% su aprile e aumenta del 21,1% su base annua

ISTAT
Dai dati divulgati dall’Istat, si stima che nel mese di maggio 2021, l’indice destagionalizzato della produzione industriale diminuisca dell’1,5% al cospetto di aprile 2021. Nella media del periodo che intercorre tra marzo e maggio, si registra una crescita del livello di produzione pari all’1,2%, rispetto al trimestre precedente.

L’indice destagionalizzato presenta diminuzioni congiunturali in tutti i comparti:
  • Energia (-5,2%);
  • Beni strumentali (-1,8%);
  • Beni di consumo (-0,8%);
  • Beni intermedi (-0,8%).

L’indice complessivo, corretto per effetti di calendario, a maggio 2021, aumenta in termini tendenziali (i giorni lavorativi di calendario sono stati 21 rispetto a quelli di maggio 2020). In particolare, si evidenziano aumenti tendenziali per:
  • Beni intermedi (+28,8%);
  • Beni strumentali (+25,2%);
  • Beni di consumo (+15,8%);

Unica eccezione per il comparto dell’energia che registra una lieve diminuzione (-1.9%).

I settori di attività economica in cui si registrano i maggiori incrementi tendenziali sono:
  • Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (+40,1%);
  • Fabbricazione di mezzi di trasporto (+39,1%);
  • Industrie manifatturiere (+35,8%).

Le flessioni tendenziali, invece, si verificano nei comparti di:
  • Attività estrattive (-16,2%);
  • Produzione di prodotti farmaceutici di base (-3,6%);
  • Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria (-0,3%).
 © Informati S.r.l. – Riproduzione Riservata

Per inserire i vostri commenti dovete registrarvi.